L’illusione della meritocrazia londinese secondo Carlo

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Cerchiamo di dare la parola a tutti e pubblichiamo anche esperienze completamente diverse dalle nostre. Queste testimonianze riflettono solo l’esperienza ed opinione di chi l’ha scritta Se vuoi anche tu aggiungere la tua testimonianza puoi farlo compilando il modulo qui sotto. Ci riserviamo il diritto di non pubblicare testimonianze. Se decidi di condividere la tua esperienza puoi anche scegliere di inviare una tua foto che sarà pubblicata nel tuo articolo, troverai il modulino per caricare la tua foto qui sotto. Inviando il modulo qui sotto acconsenti a pubblicare la tua testimonianza su questo sito

Pubblichiamo l’opinione di Carlo, puoi aggiungere la tua esperienza o opinione usando il modulo in basso o nei commenti. 

Mi riferisco a un altro post che ho letto qui di recente e per questo motivo rispondo.

Il Regno Unito è il paese meno meritocratico d’Europa con la peggiore disuguaglianza sociale d’Europa. Mi viene da ridere quando leggo italiani scrivere che vengono a Londra per la meritocrazia. 

Vi consiglio questo articolo. Il vero potere e i veri soldi sono in mano ad un piccolo nucleo di persone ricche e/o aristocratiche che vanno alle scuole private e si conoscono tutti tra loro. Ogni tanto qualcuno riesce ad entrarci, ma sono pochi, pochissimi.  Altri riescono a fare soldi in diversi campi (calcio, spettacolo, musica) ma raramente riescono ad entrare nel giro che conta e comanda che gli inglesi chiamano establishment. Negare questa cosa significa negare che il cielo è blu e la pioggia è bagnata.

Foto: © Copyright Danny Robinson and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Il sistema ha creato tutta una serie di posti di lavoro di ‘manager’ che effettivamente non hanno molto potere, solo tante responsabilità e vengono pagati poco per queste.  Non hanno una funzione innovativa o creativa, la loro funzione è soltanto quella di eseguire gli ordini e fare da Cerberi, controllando quelli sotto di loro.  Queste creature persino a volte non molto giovani, si sentono arrivate e dicono vedete ho il titolo manager, sono arrivato, c’è proprio la meritocrazia qui. La realtà è completamente diversa ora, ma mai puoi dirlo a molti italiani, l’imperatore non è mai nudo a Londra. Sono tutti arrivati a Londra.

Cerchiamo di dare la parola a tutti e pubblichiamo anche esperienze completamente diverse dalle nostre. Queste testimonianze riflettono solo l’esperienza ed opinione di chi l’ha scritta Se vuoi anche tu aggiungere la tua testimonianza puoi farlo compilando il modulo qui sotto. Ci riserviamo il diritto di non pubblicare testimonianze. Se decidi di condividere la tua esperienza puoi anche scegliere di inviare una tua foto che sarà pubblicata nel tuo articolo, troverai il modulino per caricare la tua foto qui sotto. Inviando il modulo qui sotto acconsenti a pubblicare la tua testimonianza su questo sito

[wordpress_file_upload]

close

🕶 Rilassati!

Iscriviti per ricevere le nostre ultime notizie direttamente nella tua casella di posta.

Non ti invieremo mai spam né condivideremo il tuo indirizzo email.
Scopri di più nella nostra Informativa sulla privacy.

1 commento su “L’illusione della meritocrazia londinese secondo Carlo”

  1. Avatar

    Se sei inetto non vedi la meritocrazia, la meritocrazia è visibile solo ai capaci. A Londra la meritocrazia esiste alla grande per chi se la merita!

Commenta

Un'esperienza italiana nel Regno Unito

I’m a Doctor & I Love my Job.

“Ci sentiamo inclusi e integrati, siamo felici a Londra”
"Ci sentiamo inclusi e integrati, siamo felici a Londra"
blues3
Esperienza di un lettore che lavora per una galleria d’arte a Londra
"Mi alzo al mattino con felicità e speranza, non c'è sensazione più bella"
“Imparate l’inglese e venite”
"Imparate l’inglese e venite"
pablo (6)
"Se fanno hard Brexit non ci saranno ragioni per rimanere"
State pronti ad affrontare molta competizione
State pronti ad affrontare molta competizione
"Londra ha vera giustizia e protezione per i cittadini"
lavoro per italiani a londra
Lavoro per italiani a Londra: come e dove trovarlo?
title
Scrive un italiano che vive a St Albans
La mia prima settimana di lavoro in un callcentre
La mia prima settimana di lavoro in un callcentre
Ultime reazioni
Torna su
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: