ellis island new york

L’immigrazione di Ellis Island a New York con bellissime foto

Ellis Island è la porta d’ingresso più famosa e storicamente importante d’America. Tra il 1892 e il 1924 oltre 12 milioni di immigrati sono passati da questa stazione di lavorazione, inseguendo i loro sogni.

Ellis Island era la stazione di ispezione degli immigrati più trafficata degli Stati Uniti. Dal 1892 al 1954, quasi 12 milioni di immigrati in arrivo al porto di New York e nel New Jersey sono stati processati lì secondo la legge federale.

Oggi, Ellis Island fa parte del Monumento Nazionale della Statua della Libertà ed è accessibile al pubblico solo in traghetto. Il lato nord dell’isola ospita l’edificio principale, oggi museo nazionale dell’immigrazione.

L’Ellis Island Immigrant Hospital è aperto al pubblico solo attraverso visite guidate.

Due scali dei traghetti si trovano sul lato settentrionale di Ellis Island, che divide in due l’isola. Non è previsto alcun costo per l’ingresso al Monumento Nazionale della Statua della Libertà, ma è previsto un costo per il servizio di traghetto.

Il centro di Ellis Island fu aperto il 1 gennaio 1892 e il suo primo immigrato fu Annie Moore, una ragazza di 17 anni di Cork, in Irlanda, che stava viaggiando con i suoi due fratelli per incontrare i genitori negli Stati Uniti

La procedura di elaborazione prevedeva una serie di linee di visite per determinare la salute fisica e mentale e poteva durare ore o giorni.

Le foto qui sotto vengono da Manuscripts and Archives Division, The New York Public Library, sono nel dominio pubblico e non ci sono restrizioni sull’uso. 

Si stima che circa il 40% degli americani oggi abbia almeno un antenato che è passato da qui, a conferma del ruolo principale di questa piccola isola portuale nella creazione dell’America moderna.

Tra loro c’era l’ungherese Erik Weisz (Harry Houdini), l’italiano Rodolfo Guglielmi (Rodolfo Valentino) e l’inglese Archibald Alexander Leach (Cary Grant). Come si può immaginare il museo mostra soprattutto la parte positiva di Ellis Island, di come gli immigrati erano felici di entrare negli Stati Uniti.

Anche se ciò era indubbiamente vero; la maggior parte d’immigrati rimanevano poco tempo a Ellis Island, ma circa 10% di loro veniva detenuto per un periodo indeterminato e di questi circa il 10 o 15% venivano espulsi e rimandati ai loro paesi. Chi volesse saperne di più, può leggere questo articolo di Time (in inglese). Ellis Island è stato un centro di accoglienza per alcuni e di detenzione per altri.

 

Ultimo aggiornamento 2022-05-19 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Rispondi

Torna su