La differenza tra Living Wage e National Living Wage

moneyConoscete tutti la minimum wage che è il minimo che un datore di lavoro può pagare un dipendente. Da non confondere con la national living wage che è il nuovo nome della national minimum wage

È comunque risaputo che la Minimum Wage o National Living Wage come la chiamano ora,  non è sufficiente per avere uno standard di vita decoroso, soprattutto se single e se a lungo termine.

La National Living Wage è obbligatoria mentre la Living Wage è facoltativa.

Molti lavoratori riescono ad arrivare a fine mese ma non riescono a risparmiare abbastanza per sostituire oggetti come scarpe, giacche, telefono, computer quando si rompono o andare dal dentista.

Chi prende la minimum wage ha diritto a sussidi dallo stato o comune come Universal Credit, ma molti si lamentano che il contribuente indirettamente versa soldi ad aziende (che spesso fanno profitti enormi) che scelgono di non pagare i loro dipendenti abbastanza per vivere.

La Living Wage è considerata invece abbastanza per vivere decorosamente SENZA dover chiedere aiuto dal contribuente. Viene decisa ogni anno e quella attuale per Londra è di £10,85 per ora, mentre quella fuori Londra è di £9,5.

Mentre la minimum wage è £8.72 in tutto il paese per chi ha compiuto 25 anni, la Living Wage tiene presente i maggiori costi del vivere a Londra. Qui trovate una lista di datori di lavoro che pagano questo minimo a tutti i loro dipendenti.

Anche i datori di lavoro hanno vantaggi, possono essere più selettivi durante il recruitment e hanno meno ricambio di personale e quindi si abbassano i costi di recruitment e addestramento. Il personale pagato la Living Wage tende ad essere più produttivo.

Leggi anche:

Lavorare alla National Gallery a Londra, come fare?(Si apre in una nuova scheda del browser)

Scritto da Daniela Mizzi

Nel Regno Unito dal 1991, grande viaggiatrice e amante dell'avventura. Lavorato in diversi settori dall'amministrazione al settore pubblicitario.

Londra: la mutazione del COVID-19 forse 50% più contagiosa

Londra sta diventando la nuova Hollywood europea