OK, forse Harry Beck non è proprio famoso ma la sua creazione lo è. Harry Beck ha infatti creato la cartina della metropolitana di Londra . Harry era nato a Leyton nel 1902 ed era un disegnatore tecnico per impianti elettrici che creò la cartina della metropolitana nel suo tempo libero nel 1931.

La versione moderna della mappa di Londra: London Street Atlas (A-Z Street Atlas)

Inizialmente a  London Underground non piacque molto l’idea ma la pubblicò comunque nel 1933 e the rest is history.

Prima della cartina di Beck, le mappe della metropolitana di Londra erano di due tipi: una geografica, ovvero le linee della metropolitana sopra una cartina di Londra. Il problema era che diventava difficile leggere le stazundergroundioni del centro, che erano chiaramente tutte molto vicine.

Un altro tipo di mappa era quella lineare, ovvero tutte le stazioni di una linea in fila, questo sistema funzionava sui treni di una linea ma non dava un idea del sistema della metropolitana generale, che nel 1931 era già  molto vasto.

Foto: © Copyright N Chadwick and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

La mappa schematica di Beck invece, anche se non rispetta le distanze vere e si prende numerose licenze poetiche è facile da usare ed interpretare. Purtroppo dal 1960 London Underground tolse il nome di Beck dalla mappa e tutti i cambiamenti da allora vennero fatti senza la sua approvazione. Beck tentò di fare causa ma questo servì solo a fare ammalare la moglie. Nel 1974 Beck morì.

Puoi trovare la classica mappa qui: London Street Atlas (A-Z Street Atlas)

Negli ultimi 20 anni la London Transport è tornata a pubblicare una cartina molto più simile all’originale di Harry Beck e in fondo ad ogni cartina troverete la frase: “This diagram is an evolution of the original design conceived in 1931 by Harry Beck”

Se volete vedere la mappa la trovate qui, London Transport ha i diritti d’autore e non ci tiene che venga riprodotta senza permesso.
Qui sotto invece potete vedere come la cartina della metropolitana di Londra corrisponde alla geografia di Londra. Possiamo dire che si tratta di una licenza poetica. 

 

via GIPHY