London Bridge, London Bridge is falling down, Falling down, falling down, London Bridge is falling down, My Fair Lady .

Questa si riferisce, ma guarda un po’, al London Bridge, da non confondere con il Tower Bridge, quello levatoio. Gli americani hanno il brutto vizio di confondere Tower Bridge con London Bridge, cercate London Bridge su Google, guardate le immagini e vedrete quante sono in effetti foto del Tower Bridge. Ma then again un americano mi chiese una volta, proprio vicino al Torre di Londra, dove si trovava la Torre Eiffel, quindi regna la confusione.

Foto: © Copyright Steve Daniels and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Il London Bridge esiste anche ora, ma è un ponte abbastanza insignificante. Una volta invece era un grande ponte. I primi a costruirlo furono, come sempre, i Romani e da allora un ponte è nello stesso punto o li vicino.

Inizialmente il ponte era in legno, ma nel 1176 ne fu costruito uno in pietra. E  sul Tamigi non vi erano molti ponti a quei tempi,  era quindi sempre pieno di gente che andava a veniva. Comunque il bello del London Bridge di allora, era che sembrava un po’ Ponte Vecchio di Firenze, aveva case e negozi ai lati ed una strada che lo attraversava larga circa 8 metri.

Foto: Claude de Jongh (1605/1606–1663) [Public domain], via Wikimedia Commons

Il vecchio London Bridge

Nel 1200 e 1300 il ponte era un punto di ritrovo, appunto con tanto di negozi ed addirittura venivano appese le teste dei traditori, dopo l’esecuzione. Il ponte sopravvisse diversi incendi, ma durante il famoso incendio del 1666, il ponte fu seriamente danneggiato (un ponte dovrebbe portarvi da una parte all’altra di un fiume, se non riesce a farlo, a quel punto non serve a molto come ponte) e messo fuori uso.

Scopri il cimitero della City of London

storia del London BridgeInfine venne demolito nel 1823. Un vero peccato,  sarebbe stato molto fotogenico e una grande attrazione turistica. Comunque a circa trenta metri di distanza costruirono un altro  ponte, aperto   nel 1831. Già però nel 1890 era chiaro che non avrebbe resistito alle pressione del traffico e fu allargato.

Foto: © Copyright Peter Trimming and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Questi lavori causarono cedimenti in certe parti del ponte. Finalmente nel 1967 decisero di vendere il ponte che fu acquistato da un tale McCulloch, un imprenditore  americano. Il ponte  fu smontato pezzo per pezzo e rimontato su un canale in un parco divertimenti in Arizona. Forse McCulloch pensava di comprare Tower Bridge, questo non possiamo confermarlo.

Cose che non sapete sulla stazione della metropolitana di Charing Cross

Il ponte odierno fu finalmente aperto nel 1973. Vale la pena andare sul London Bridge odierno, che si trova sotto l’ombra dello Shard, per fare delle magnifiche fotografie panoramiche.

View Larger Map

Commenta