Londra, aeroporto di Heathrow nel caos con la nuova quarantena

Oggi 15 febbraio inizia la nuova quarantena,  quindi tutti coloro che arrivano da 33 paesi considerati pericolosi per il coronavirus dovranno fare 10 giorni di quarantena in albergo.

Per il piacere di trovarsi in quarantena, i passeggeri dovranno anche pagare £1750 e non potranno uscire dalla stanza. Mangeranno lo stesso cibo impacchettato che si trova sugli aerei.

Dovranno anche rifare e cambiare i letti da soli  e  lenzuola e gli asciugamani verranno lasciati fuori dalla porta. Se qualcuno fuma e vuole andare a fare una sigaretta verrà accompagnato da una guardia dell’albergo.

Il problema che ancora non è stato risolto è quello delle file in in un aeroporto come quello di Heathrow. Infatti ci sono fino a cinque ore di fila al controllo passaporti con passeggeri che vengono da tutti i voli mischiati insieme in questa fila gigante.

La preoccupazione è che i passeggeri che vengono dalle zone pericolose si trovano insieme a passeggeri che vengono da paesi ritenuti non pericolosi e il personale dell’aeroporto. Questo sistema mette a rischio la salute di altre persone.

L’aeroporto di Heathrow non ha le risorse per fare le cose diversamente,  infatti ora oltre a dover far vedere il  passaporto  i passeggeri devono anche compilare un modulo e se arrivano da un paese a rischio fermano la fila con tutte le pratiche di quarantena.

È stato anche annunciato che chi mente nel modulo e non dichiara di aver visitato un paese a rischio verrà punito con una multa fino  10.000 sterline e fino a 10 anni di prigione o entrambi.

Scritto da Daniela Mizzi

Nel Regno Unito dal 1991, grande viaggiatrice e amante dell'avventura. Lavorato in diversi settori dall'amministrazione al settore pubblicitario.

In Cornovaglia un alpaca che crede di essere umana

dimore storiche inglesi

30 dimore storiche inglesi che vi faranno sognare se amate Downton Abbey o Bridgerton