Londra, aggredita da un cane muore Freddie Mercury, la foca del Tamigi

Era  una giovane foca che aveva deciso di abitare sulle rive del Tamigi a Barnes. Diventato subito un beniamino di coloro che facevano passeggiate lungo il fiume era stato soprannominato Freddie Mercury.

Purtroppo è stato aggredito da un cane e le sue ferite erano tanto severe che è stato deciso che l’unica opzione che aveva era l’eutanasia. 

Era stato scoperto che aveva una pinna fratturata e un’articolazione lussata, i veterinari specializzati in animali marini avevano detto che la sua prognosi era molto negativa e la cosa decente da fare era non farlo soffrire. 

Il fatto riapre il problema dei cani che attaccano animali selvatici, cosa molto frequente e di come certi padroni di casi non sanno o non vogliono controllarli. Cigni, anatre, scoiattoli, piccioni e persino cervi sono a rischio di essere attaccati da cani. La colpa non è certamente del cane, ma del padrone che dovrebbe essere responsabile 

Daniela Mizzi
Nel Regno Unito dal 1991, grande viaggiatrice e amante dell'avventura. Lavorato in diversi settori dall'amministrazione al settore pubblicitario.

You may also like

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

More in News