Londra, ai giovani non dovrebbe essere dato il vaccino Astra Zeneca

 

Il regolatore sanitario del Regno Unito ha suggerito di non somministrare ai minori di 30 anni il vaccino  Oxford / AstraZeneca.

Questo dopo che ci sono stati oltre 70 casi nel Regno Unito di trombosi o coagulazioni anomale del sangue. Bisogna però aggiungere che sono state vaccinate oltre 20 milioni di persone con questo vaccino. 

 Questo pomeriggio, una revisione del comitato di sicurezza dell’Agenzia europea per i medicinali ha concluso che “i coaguli di sangue anomali dovrebbero essere elencati come effetti collaterali molto rari”.

Ovviamente gli scienziati ripetono che i rischi di una trombosi è minore rispetto ai rischi di prendere il COVID, ma questo non vale per i più giovani che sono meno a rischio di prendere una forma grave del coronavirus. 

A chiunque avesse manifestato certi sintomi dopo la prima vaccinazione con Astra Zeneca è stato anche detto di non fare il richiamo. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scritto da Daniela Mizzi

Nel Regno Unito dal 1991, grande viaggiatrice e amante dell'avventura. Lavorato in diversi settori dall'amministrazione al settore pubblicitario.

Londra, per la prima volta i giardini di Buckingham Palace aperti al pubblico

Viaggio virtuale nel Somerset, la contea di Bath