Londra: altro massacro di posti di lavoro

Sono oltre 8000 i posti di lavoro persi negli ultimi giorni nel Regno Unito. Questi sono solo posti di lavoro in posti grossi e non vengono contati tutti i posti di lavoro persi in aziende di piccole e medie dimensioni.

Per cominciare John Lewis taglia altri 1500 posti di lavoro, soprattutto negli uffici mentre i negozi di scarpe Clark’s licenziano 700 persone e informano che questo potrebbe essere solo l’iniziano. 

All’aeroporto di Heathrow, una società che si occupa di preparare il cibo per gli aerei Do & Co licenzia 1068 persone, ci si aspetta anche altri licenziamenti dalle compagnie aeree. 

Lloyds e la banca Santander licenziano anche loro, in tutto circa 1500 posti di lavoro se ne vanno. Il colpo grosso viene da Sainsbury che ha intenzione di licenziare circa 3500 persone.

Purtroppo con molte catene in difficoltà e il nuovo lockdown nazionale ci aspettiamo tutti un sacco di nuove chiusure e licenziamenti, soprattutto nei settori della ristorazione, ospitalità e vendita al dettaglio.  Per molti questo Natale sarà completamente cancellato. 

[amazon bestseller=”shopping” items=”1″]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scritto da Daniela Mizzi

Nel Regno Unito dal 1991, grande viaggiatrice e amante dell'avventura. Lavorato in diversi settori dall'amministrazione al settore pubblicitario.

Luci di Natale nel centro di Londra nel 2020

Folta nebbia stamattina a Londra (FOTO)