Londra: ha il mercato del lavoro più colpito in tutto il Regno Unito

Nuove analisi confermano che Londra ha il mercato del lavoro più colpito in tutto il Regno Unito. Non che la situazione sia rosea altrove ma i posti con la disoccupazione in maggiore crescita sono proprio diversi borough della capitale.

In tutto il paese le quattro aree con il maggior numero di disoccupati per posto vacante sono i London Boroughs: Brent, Lambeth, Haringey, Barking e Dagenham – con più di quaranta candidati in media per ogni offerta di lavoro disponibile.

E questa cifra si ottiene facendo una media, ovvero contando anche offerte di lavoro specializzato e tecnico a cui solo pochi possono fare domanda. La realtà per i posti di lavoro meno specializzati è molto peggio. Con centinaia di candidati che fanno domanda ad ogni offerta di lavoro.

Le offerte di lavoro sono calate dalle 200 mila prima della pandemia a 85 mila ora. Forse qualcuno pensa che 85 mila sono tante, ma Londra ha ora mezzo milione di disoccupati.

Infatti negli ultimi 4 mesi la disoccupazione a Londra è cresciuta del 150%, il più alto tasso di aumento di qualsiasi regione in Inghilterra.

Ovviamente ci sono grosse differenze anche tra borough di Londra, Westminster è quello con il numero maggiore di offerte di lavoro, mentre molti borough perifici sono in fondo alla classifica.

Non tutti però possono permettersi di andare in centro a lavorare dalle zone 4 o 5 sia per una questione di costi che di tempo. Ci sono persone che hanno bambini ed altri impegni.

  • Londra, 660 mila lavoratori potrebbero trovarsi disoccupati da settembre
    Dall’anno scorso esiste il furlough scheme ovvero uno schema di licenza che paga quasi tutto lo stipendio del lavoratore impossibilitato a lavorare a causa della pandemia. Questo schema terminerà a fine settembre.  Secondo il governo 1 milione e 600 mila lavoratori fanno ancora parte dello schema, al suo termine, non tutti verranno riassorbiti dalle aziende e quindi saranno licenziati.  Al governo è stato chiesto di estendere lo schema e ricrearlo in modo che possa essere un nuovo accordo di lavoro permanente e a breve termine per i datori di lavoro. Ciò aiuterebbe la forza lavoro britannica a prepararsi per futuri […]
  • Londra, si aggrava la crisi del personale in tutto il paese
    La crisi del personale continua e sta diventando una cosa seria, anche se prevista. Frustrante perché ci sono molti italiani e non solo che vorrebbero venire a lavorare, ma se non molto qualificati in certi settori, non possono avere il visto. Quindi come risolvere il dilemma? Aumentare gli stipendi significa aumentare il costo dei prodotti e servizi che non è una buona notizia per i consumatori o gli esportatori. Riaprire le frontiere agli immigrati significa fare una retro marcia politico decisamente imbarazzante. The Guardian ha pubblicato oggi un articolo con tanto di grafici e spiegazioni per chi fosse interessato a […]
Daniela Mizzi
Nel Regno Unito dal 1991, grande viaggiatrice e amante dell'avventura. Lavorato in diversi settori dall'amministrazione al settore pubblicitario.

Comments

  1. Si sta riprendendo, il governo ha investito bene e saggiamenti e si vede una ripresa a mio parere. La mia azienda sta assumendo e non credo siamo i soli…

Commenta

You may also like

More in Lavoro