Londra, anche europei con permessi in regola sono stati fermati alla frontiera britannica

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Il quotidiano The Guardian ha pubblicato delle testimonianze di cittadini europei (incluso un italiano) che sono stati fermati dalla polizia di frontiera. Due avevano il settled status e uno aveva un permesso di lavoro.

Il problema sembra essere che sia nel caso del settled status che nel caso del permesso di lavoro, la prova richiesta dai funzionari di frontiera era solo digitale e online, mentre loro volevano una prova cartacea. Si tratta a quanto pare di un caso di cattiva comunicazione e col personale alle frontiere non bene addestrato. Con la pandemia i viaggiatorii sono pochi, ci chiediamo cosa succederà quando i viaggi riprenderanno normalmente. 

Ecco due testimonianze dall’articolo:

 

“Wolfgang, un cittadino tedesco che gestisce un’attività IT, è stato detenuto a L’aeroporto di Heathrow nonostante abbia lo settled status.

È furioso che i suoi diritti siano stati sospesi per capriccio di un funzionario delle forze di frontiera .

“Ho una posizione stabile”, ha detto. “Ho un permesso a tempo indeterminato di rimanere. Sto per diventare cittadino britannico. Come mai un funzionario di frontiera con un segno di spunta può sospendere tali diritti? “

“Per essere schietto, evito di tornare nel Regno Unito ora fino a quando non avrò il mio passaporto britannico “, ha detto Wolfgang dalla Germania. “Lì pago una grande somma di tasse, non ho mai usufruito del servizio sanitario, contribuisco all’economia, possiedo immobili lì. Londra è la mia città preferita al mondo, ma non ho documenti per dimostrare che posso rimanerci “, ha detto, riferendosi al fatto che il governo ha votato contro il dare ai cittadini dell’UE una carta di soggiorno da mostrare a datori di lavoro, proprietari o funzionari di frontiera.

“Devono fornire un documento che garantisca che questo è uno stato irrevocabile a meno che tu non abbia una sorta di reato penale grave”, ha detto Wolfgang.”

e la testimonianza dell’italiano con il permesso di lavoro digitale. 

Un italiano, in arrivo per un nuovo lavoro presso una prestigiosa banca britannica, si è confrontato con funzionari incerti sulle regole quando è atterrato all’aeroporto di London City.

Marco è stato detenuto per ore mentre i funzionari di frontiera, che avevano rifiutato la sua richiesta di timbrare la data di arrivo sul suo passaporto, rifletté su una lettera del suo avvocato in cui gli diceva che aveva bisogno della marcatura ufficiale sul suo passaporto per poter intraprendere il suo nuovo lavoro.

“Sono stato scortato in una sala d’attesa. Dopo quasi tre ore sono stato chiamato da un ufficiale che mi ha spiegato che era “ un po ‘una zona grigia’ ‘poiché il mio visto era stato rilasciato in formato elettronico e il governo non aveva fornito indicazioni su come sarebbe stato formalmente riconosciuto / registrato sul passaporto “, ha detto Marco.

Quando è arrivato al suo nuovo lavoro, la prima cosa che il dipartimento delle risorse umane ha richiesto è stato il timbro sul suo passaporto per poter lavorare.””

 

 

The Guardian chiede anche altre testimonianze di cittadini europei con il permesso di residenza che hanno avuto problemi alla frontiera britannica. 

 

Newsletter

Commenti recenti
Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Unisciti a 36 altri iscritti

Manhattan estensione
Il progetto per estendere Manhattan
Seven Sisters North Tottenham
Seven Sisters a Londra; cose da sapere su questa zona
queen anne's alcove
Conosci la Queen Anne's Alcove?
catherine parr casa
In vendita la casa della famiglia di una moglie di Enrico VIII
the anglesea arms
Il pub storico di Kensington frequentato da Dickens e DH Lawrence
caiy stane
Caiy Stane, lo strano masso di Edimburgo
english grammar in use
English Grammar in Use, vale la pena comprare questo libro di grammatica?
Untitled design - 2022-01-21T165908
Londra, Boris Johnson non intende dimettersi
1952521_stamp
Nuovo film sulla Principessa Diana al Sundance Festival
the mall londra
The Mall A Londra, la via della regina
I più venduti
OffertaBestseller No. 1 Brexit. Tra diritto e politica
Bestseller No. 2 BREXIT
OffertaBestseller No. 3 Il Regno Unito alla prova della Brexit. Come sta cambiando il sistema politico britannico

Ultimo aggiornamento 2022-01-22 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

4 commenti su “Londra, anche europei con permessi in regola sono stati fermati alla frontiera britannica”

    1. HAHAHA il commento del giorno. Di tutti i paesi in cui ho vissuto questo e’ senz’altro il peggio. Se mio marito non fosse inglese e conoscesse un’altra lingua avrei gia’ tolto le tende.

    1. HAHAHA il commento del giorno. Di tutti i paesi in cui ho vissuto questo e’ senz’altro il peggio. Se mio marito non fosse inglese e conoscesse un’altra lingua avrei gia’ tolto le tende.

Rispondi a Sara GB Annulla risposta

Torna su
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: