Londra, andiamo sempre peggio ora sta per finire la pasta!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Tabella dei Contenuti

Dopo la mancanza di  pollo, Coca Cola, birra, vaccini influenzali, zucche e altro ora stanno per mancare anche i prodotti italiani a partire dalla pasta.

Grazie alla Brexit si vede un calo enorme dell’importazione di prodotti italiani, inoltre tutti i camion devono essere ispezionati e ci sono lunghi ritardi e problemi burocratici.

La Coldiretti dice che l’Italia rischia di perdere quasi 3 miliardi di sterline di esportazioni.  Se questo non bastasse quando il Regno Unito faceva parte della UE, l’Italia poteva segnalare prodotti che imitavano i prodotti italiani. Ora questo non è possibile, quindi preparatevi a vedere mozzarelle californiane e parmigiano cinese.

Secondo un recente rapporto, i prodotti falsi Made in Italy sono in aumento nel Regno Unito. Secondo Coldiretti, il Regno Unito potrebbe diventare il “cavallo di troia” per l’arrivo di prodotti falsi Made in Italy, principalmente realizzati negli Stati Uniti, hanno affermato. Ciò potrebbe sorprendere alcuni consumatori britannici che potrebbero non essere consapevoli della provenienza dei loro prodotti.

Le cose peggioreranno dal primo ottobre quando il Regno Unito esce completamente dall’unione doganale europea, quindi costi e burocrazia aumenteranno ancora. E vedremo meno prodotti veramente italiani.

close

🕶 Rilassati!

Iscriviti per ricevere le nostre ultime notizie direttamente nella tua casella di posta.

Non ti invieremo mai spam né condivideremo il tuo indirizzo email.
Scopri di più nella nostra Informativa sulla privacy.

Commenta

Torna su