Londra, aumentano i cittadini italiani a cui viene vietato entrare nel Regno Unito

Come potevamo prevedere sono aumentati i cittadini europei a cui viene vietato l’ingresso nel Regno Unito alla frontiera dalla uscita del paese dalla UE.

Secondo City AM, che ha visto le cifre ufficiali dall’Ufficio Immigrazione spiega che per 56% sono cittadini romeni che vengono fermati e rispediti a casa, spesso dopo qualche giorno di detenzione. Seguono Bulgari e Polacchi, ma gli italiani sono ala quinto posto con oltre 400 connazionali rispediti in Italia i primi nove mesi del 2021. 

Anche altri comunque sono spesso fermati e devono rispondere a un infinità di domande, anche persone con il settled status. Come sempre, si tratta di sfortuna, altri invece senza visto o settled status passano senza dover rispondere a una sola domanda. 

L’avvocato Chetal Patel dice a City AM che deve esistere un sistema di profilazione razziale, con alcune nazionalità (vedi Romeni) che vengono fermati più spesso e soggetti a interrogazioni più severe.  L’avvocato aggiunge anche: “Essere sottoposti a intense domande può essere un’esperienza angosciante. È probabile che molte delle persone che sono state fermate abbiano cercato di visitare il Regno Unito per motivi legittimi, come visitare amici o familiari.”

Per quali motivi fermano alla frontiera?

A volte a caso senza un motivo particolare, ovviamente chi non ha un biglietto di ritorno o non ha molti soldi sarà soggetto al terzo grado. Un’altra cosa che appare sospetta è non avere piani precisi, come hotel prenotato, non saper dire che giri turistici uno intende fare o dare nome e indirizzo di persone che vuole andare a trovare. In teoria un cittadino europeo può rimanere nel Regno Unito per 6 mesi senza dover chiedere un visto, ma non può assolutamente lavorare, nemmeno alla pari. 

3 commenti su “Londra, aumentano i cittadini italiani a cui viene vietato entrare nel Regno Unito”

  1. Tutto vero, ho il settled status ho comprato casa, ho un buon lavoro e sto aspettando la cittadinanza, mi hanno veramente interrogata per 30 minuti…mettevano tutto in dubbio come se fossi una criminale.

  2. Non comprendo le lamentele, siete a casa loro e vi fanno un favore a farvi entrare potranno anche avere il diritto di fare controlli e vietate l’ingresso a chi non vogliono…se non vi piace tornate da mamma

Rispondi

Torna su