Londra, Boris Johnson afferma che la situazione COVID è come prevista e non occorrono restrizioni per ora

Quasi altri 50 mila nuovi casi oggi e 180 morti e la notizia che la pandemia è decisamente in aumento con in numero R tra 1 e 1.2 di nuovo, il che significa che è tornata a crescere

Boris Johnson ha affermato che non c’è “assolutamente nulla da indicare” che il paese entrerà in un nuovo lockdown questo inverno, anche se ha aggiunto che il governo “farà tutto ciò che dobbiamo fare per proteggere il pubblico”.

Il premier ha sostenuto di non essere ancora pronto a reintrodurre le misure per il COVID come mascherine e distanziamento nel tentativo di smorzare il crescente numero di contagi. Infatti dice che il numero di contagi e decessi sono completamente in linea con quanto il governo aveva previsto. Ammetto però che sono alti, ma non ancora preoccupanti.

Vorrebbe però accorciare il periodo tra il secondo e il terzo vaccino da sei mesi a cinque e dice che stanno valutando la cosa.

Il piano del governo è quello di cercare di salvaguardare l’economia e di controllare la pandemia con le vaccinazioni piuttosto che restrizioni. Molti scienziati e dottori non sembrano essere convinti e vorrebbero almeno un ritorno al distanziamento e alle mascherine.

Rispondi

Torna su