Londra: chiude per sempre lo storico Cafe de Paris

Il famoso locale Cafe de Paris chiude per sempre a causa della pandemia.  Aperto nel 1924 era sopravvissuto ad un bombardamento nel 1941 non riesce a sopravvivere il coronavirus. 

La brutta notizia è stata comunicata su Twitter, purtroppo la sua chiusura significa anche la perdita di 400 posti di lavoro. 

Uno dei primissimi nightclubs di Londra aperto nel lontano 1924. A quei tempi aveva gli interni che si ispiravano alla nave Lusitania e la sala da ballo al transatlantico Titanic.

Foto: By Andy Mabbett (Own work) [CC BY-SA 3.0], via Wikimedia Commons

Tutti i grandi talenti dello spettacolo del tempo passarono dal Café de Paris come Marlene Dietrich, Josephine Baker e Cole Porter, quest’ultimo spesso presentava i suoi ultimi pezzi in anteprima. Il locale fu il primo nel Regno Unito a presentare il nuovo ballo chiamato Charleston. Era il posto dove tutta l’elite europea dove farsi vedere. Ci veniva sempre il principe del Galles e anche l’Aga Khan.

Nel marzo del 1941 il Café de Paris fu bombardato durante uno spettacolo, 34 persone morirono all’istante incluso il musicista Ken ‘Snakehips’ Johnson, nato in Guyana che insieme alla sua banda era spesso sul palco al Café de Paris.

 

Il Café de Paris rimase chiuso fino al 1948 quando riaprì in tempo per permettere alla principessa Elizabeth di celebrare il suo 23esimo compleanno. Negli anni seguenti passarono ancora tutti da Frank Sinatra a Grace Kelly. Con l’arrivo del rock’n’roll e The Beatles, il Café de Paris perse parte del suo fascino e importanza, ma continuò ad esistere, in parte per il suo glorioso passato.

Nel 1983 fu lanciata una serata ispirata agli anni ’20, ogni mercoledi la Londra che contava (da Boy George a George Michael tra i tanti) si incontrava qui per celebrare il puro edonismo. Qui furono anche girati alcuni film tra cui Absolute Beginners.  Il revival durò però poco, alla fine degli anni ’80 il Café de Paris era praticamente in disuso, abbandonato.

Fu riaperto e rilanciato ancora una volta nel 1996 e negli anni seguenti ospitò un po’ di tutto, da una sfilata di moda di Vivienne Westwood a un party di lancio delle Spice Girls. Da allora il locale, ritornano alla gloria e splendore degli inizi, ha vissuto una seconda primavera, sia per i party che vengono spesso ospitati ma anche per il numero di film che vengono girati al suo interno.[irp]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scritto da Laura S Ambir

A Londra dal 1984, ha lavorato in diversi settori dal marketing al recruitment. Ha anche esperienza del settore sanitario, public health e social care. Coinvolta in commissioni e dibattiti del parlamento britannico. Qualificata per insegnare inglese come seconda lingua a stranieri.

Patrick sta per diventare manager a Londra

Gita a Bournemouth (da fare una volta finito il lockdown)