Londra, chiudono TopShop e Miss Selfridge, persi 2500 posti di lavoro

Era prevedibile, visto il fallimento recente del gruppo Arcadia, ma  c’erano ancora speranze che qualcuno comprasse i negozi e almeno una parte rimanesse aperta. 

Invece niente perché come nel caso di Bohoo che ha comprato solo il marchio Debenhams ma non i negozi, anche ASOS ha comprato solo i marchi di Topman, Top Shop e Miss Selfridge e venderà prodotti con questi marchi online. 

2500 persone perdono il lavoro con solo 300 posti di lavoro salvati ma nel campo del design e acquisti e non nei negozi. 

In totale, ASOS pagherà £ 295 milioni per i marchi, più altri £ 30 milioni per tutta la merce.

Del gruppo Arcadia rimangono ancora Burton, Wallis e Dorothy Perkins senza un compratore.  

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scritto da Daniela Mizzi

Nel Regno Unito dal 1991, grande viaggiatrice e amante dell'avventura. Lavorato in diversi settori dall'amministrazione al settore pubblicitario.

Storico pub del 1500 di Oxford chiude per sempre

L’orsacchiotto che sta girando la Cornovaglia