Londra, continuano le restrizioni fino al 19 luglio, disastro per teatri e locali

Boris Johnson ha dichiarato stasera in una conferenza stampa che le restrizioni contro il COVID rimarranno fino ad almeno il 19 luglio. Con solo qualche piccolo cambiamento da lunedì per quanto riguarda i matrimoni e le veglie. 

Ovviamente un disastro per teatri, musica dal vivo, nightclub e molti ristoranti.  Sulla carta ristoranti e teatri possono riaprire ed anche i concerti se però mantengono il distanziamento. Cosa che significa che per molti aprire vuol dire perdere soldi se non possono riempire il locale. 

Teatro e musica dal vivo rischiano “una catastrofe imminente” e persino un “crollo finale” poiché il ritorno degli eventi a piena capacità è in ritardo, hanno affermato i dati del settore.

Le persone che lavorano nel teatro e nella musica dal vivo hanno oggi chiesto nuovamente al governo di dare sostegno economico a questi settori.  Si lamentano del fatto che molti teatri hanno ricevuto solo piccole somme fino ad ora.

Esiste poi il problema che molti locali e teatri avevano assunto per persone dalla prossima settimana per le riaperture, per trovarsi alla fine che non possono comunque riaprire completamente.  Tanti si lamentano anche del fatto che i pub possono stare aperti, i matrimoni possono avere numeri illimitati ma altri locali no. In effetti, la logica ci dice che è più pericoloso un luogo dove la gente si ubriaca, bacia ed abbraccia che un teatro dove la gente tende a stare seduta a guardare. 

[wp_rss_retriever url=”https://londranews.com/eventi/feed/” items=”3″ excerpt=”50″ read_more=”true” credits=”true” new_window=”true” thumbnail=”200″ cache=”12 hours”]
Daniela Mizzi
Nel Regno Unito dal 1991, grande viaggiatrice e amante dell'avventura. Lavorato in diversi settori dall'amministrazione al settore pubblicitario.

Commenta

You may also like