Londra, dal 1 luglio lo stato comincia a non pagare i lavoratori che devono stare a casa

Il lockdown avrebbe dovuto terminare il 21 giugno, ma a causa della variante delta verrà posticipato ma il cancelliere Rishi Sunak ha deciso di non posticipare la fine del furlough.  Il furlough significa che lo stato paga fino al 80% dello stipendio di un dipendente, per cercare di aiutare i datori di lavoro a non licenziare il personale che non possono usare per la pandemia.

Quindi nel mese di luglio lo stato paga solo il 70% con i datori di lavoro che dovrebbero mettere 10%, in agosto e settembre lo stato paga 60% e i datori di lavoro 20%. Alla fine di settembre lo schema chiude per sempre e chi non serve verrà licenziato.  Dalla fine di questo mese i padroni di casa potranno cominciare a sfrattare se vogliono e questo significa che molti locali dovranno chiudere per sempre.  Ci sono ristoranti e locali che hanno fino a 15 mesi di arretrati di affitto, non avendo potuto aprire. 

Ovviamente con il fatto che la fine delle restrizioni sono state posticipate di almeno un mese, molti chiedono che anche il furlough venga allungato. Ci sono ancora molte persone a casa in diversi settori, da chi lavora negli aeroporti a chi lavora nei nightclub per esempio. 

L’industria dell’ospitalità perderebbe 3 miliardi di sterline di vendite se Boris Johnson andasse avanti con un mese di ritardo, secondo UK Hospitality. Il futuro non è rosa per tutti ancora. 

 

Daniela Mizzi
Nel Regno Unito dal 1991, grande viaggiatrice e amante dell'avventura. Lavorato in diversi settori dall'amministrazione al settore pubblicitario.

Commenta

You may also like