Londra di nuovo vuota e i ristoranti si disperano

I leader del settore dell’ospitalità, dell’intrattenimento e della vendita al dettaglio hanno affermato che il commercio sta precipitando con cancellazioni fino al 70% nei ristoranti e quasi totali per le grandi feste aziendali di Natale.

Avvertono che “migliaia e migliaia” di imprese londinesi dovranno chiudere nell’anno nuovo se non riceveranno un sostegno urgente sotto forma di ulteriori riduzioni dell’IVA e sgravi estesi delle tariffe aziendali.

Molte aziende hanno infatti i salti mortali per sopravvivere fino ad ora con il centro di Londra che non si è mai ripreso completamente soprattutto a causa della mancanza di turisti. A differenza di altri momenti di crisi durante la pandemia, ora non ci sono aiuti economici dal governo per le aziende e tanto meno per il personale. I ristoranti e negozi di Londra se non hanno clienti dovranno quindi licenziare il personale che diventa particolarmente problematico visto che non sarà facile riavere il personale quando le cose miglioreranno, soprattutto nella ristorazione.

Fino ad ora il governo insiste che non vuole offrire nessun aiuto, visto che pensa che la crisi sia solo di qualche settimana. La campagna di vaccinazioni dovrebbe risolvere il problema. I ristoranti e negozi non sono molto convinti visto che queste settimane che perdono sono le migliori dell’anno ed erano particolarmente importanti per recuperare il tempo perso negli ultimi 20 mesi.

Il governo ricorda che le aziende possono usufruire di una moratoria sugli sfratti, lo sgravio delle tariffe aziendali e un’aliquota IVA più bassa per l’ospitalità e il turismo fino a marzo. Per molti queste cose non sono sufficienti per pagare spese e personale ora e nei prossimi mesi, se non hanno entrate.

Rispondi

Torna su