Aria scrive che a Londra vogliono soprattutto i cervelli

Questo è un articolo inviato da un ospite, non riflette necessariamente le nostre opinioni.

Quando sei venuto/a a Londra/Regno Unito?

Nel 2016

Come hai cercato una sistemazione fissa e hai avuto problemi?

Beh bisogna stare con gli occhi aperti, le fregature sono tante ma non bisogna per forza caderci…

Come hai cercato lavoro?

Tutto con agenzie e web
 Quanto tempo ci hai messo a trovare il tuo primo lavoro?

Un giorno per il primissimo a vendere gelati

Che tipo di esperienza di lavoro o titoli di studio avevi all’arrivo?
Sono un interior designer qualificata e con un po’ di esperienza

Come era il tuo inglese scritto e parlato al tuo arrivo?

Scolastico avanzato

Quale e’ stato il tuo primo lavoro? E che lavoro stai facendo adesso?

Vendevo gelati ora lavoro per uno studio di architetti

Come definiresti la tua esperienza a Londra/Regno Unito fino ad ora? E per quali motivi?

Posso solo dire che a Londra ci si realizza bene, non esistono la discriminazione o la raccomandazione sfrenata come in Italia. Se hai meriti vieni preso in considerazione, se non ne hai non ti vuole nessuno. Non credo nemmeno che si debba lavorare come dei dannati per farsi notare…non cercano muscoli e tantomeno lecchini, vogliono soprattutto i cervelli. Poi diciamolo Londra è una città magnifica, si vive benissimo. Ma avete visto solo le cose che si possono fare ogni weekend, ma chi vuole tornare in quella noia paesana che si chiama Italia?

Consiglieresti ad altri di partire per Londra/Regno Unito e per quali motivi?
Si, in genere si ma devono essere capaci di fare qualcosa e di adattarsi

 
 

 Potresti dare due consigli utili a chi deve ancora partire?

Pensate a che volete fare, non fatevi bloccare da ristorantelli vari, cercate qualcosa di meglio da subito, a Londra troverete di tutto.

 

 

Cerchiamo di dare la parola a tutti e pubblichiamo anche esperienze completamente diverse dalle nostre. Queste testimonianze riflettono solo l’esperienza ed opinione di chi l’ha scritta Se vuoi anche tu aggiungere la tua testimonianza puoi farlo compilando il modulo qui sotto. Ci riserviamo il diritto di non pubblicare testimonianze. Se decidi di condividere la tua esperienza puoi anche scegliere di inviare una tua foto che sarà pubblicata nel tuo articolo, troverai il modulino per caricare la tua foto qui sotto. Inviando il modulo qui sotto acconsenti a pubblicare la tua testimonianza su questo sito

close

🕶 Rilassati!

Iscriviti per ricevere le nostre ultime notizie direttamente nella tua casella di posta.

Non ti invieremo mai spam né condivideremo il tuo indirizzo email.
Scopri di più nella nostra Informativa sulla privacy.

Commenta

Partecipa anche tu!

Col tuo nome vero o anonimo, dal PC o dal cellulare, racconta la tua esperienza o condividi ciò che hai fatto.
- Unknow (3)
Lettore consiglia di non partire per il Regno Unito ma di rimanere in Italia
- Unknow (9)
Sara insegnante a Londra, sconsiglia di venire a lavorare in ristoranti
Untitled design (16)
Andrea ci racconta la sua 'straordinaria' esperienza londinese
Untitled design (16)
Antonio spiega perché è contento della reazione al coronavirus
- Unknow (3)
Anna racconta la sua esperienza positiva da manager a Londra
a voi la parola (5)
Sonia ha un lavoro che ama a Londra e che paga bene
- Unknow (17)
Cinzia lavora nella moda a Londra e racconta la sua esperienza
My Post (4)
Un imprenditore italiano racconta la sua esperienza
Untitled design (46)
Una commuovente storia di cigni successa a Londra
a voi la parola
Esperienza di una italiana a Bournemouth
Torna su