londra (57)

Londra fino ad ora non vuole rifugiati ucraini

Oggi è il giorno del voto del pacchetto di leggi contro i rifugiati, che rendono l’immigrazione illegale, anche se motivata da ragioni legittime, praticamente un crimine. Intanto aumenta la pressione al governo di offrire qualcosa agli ucraini che scappano dal loro paese. Anche se Boris Johnson continua a ripetere che il Regno Unito è il paese leader che sia le sanzioni che gli aiuti sono i migliori di tutti, a livello concreto si vede ancora poco.

Mentre la UE ha offerto asilo automatico a tutti i cittadini ucraini in fuga, il Regno Unito ha rimosso tutti i visti ai cittadini ucraini e ha promesso rifugio solo a parenti stretti di cittadini ucraini che sono nel Regno Unito legalmente. Per parenti stretti si intende i coniugi e figli minorenni quindi l’offerta del Regno Unito riguarda solo un numero piccolissimo di persone, molti cittadini ucraini nel Regno Unito hanno già coniugi e figli minorenni con loro. Molti ucraini nel Regno Unito hanno genitori, fratelli e sorelle e altri parenti che vorrebbero avere qui, ma per ora non possono farlo.

Addirittura un ministro del Ministero degli Interni ha scritto su Twitter (poi cancellato) che gli ucraini che non vogliono rimanere in Ucraina, potrebbero avere i visti temporanei per raccogliere frutta e verdura nel Regno Unito. Il che chiaramente esclude gruppi che sono molto a rischio come bambini, disabili, malati cronici e anziani che chiaramente non possono passare 12 ore al giorno chinati a raccogliere fragole.

Vedremo se nelle prossime ore il governo cambia rotta e offre qualcosa di concreto almeno per gli amici e parenti  di cittadini ucraini che si trovano nel Regno Unito.

Rispondi

Torna su