giornata della lingua inglese

Londra, gli italiani ancora stanno cercando lavoro nella capitale britannica

Dopo il COVID e la Brexit uno potrebbe pensare che gli italiani non cercano più lavoro a Londra o nel Regno Unito. Con il nuovo sistema di immigrazione solo circa il 10% degli italiani che solitamente venivano a lavorare nel Regno Unito potrebbe avere un visto. La maggioranza non ha speranze per il momento.

Eppure ancora ci sono italiani che vogliono lavorare a Londra, meno di un tempo senza dubbio, ma ancora ci sono. Molti di questi non sanno nemmeno che le cose sono cambiate. Altri pensano che bisogna avere un lavoro prima di arrivare e lo cercano dall’Italia, ignari del fatto che non basta avere un lavoro, bisogna trovare un datore di lavoro autorizzato che sponsorizza e il lavoro deve essere in un settore che ha bisogno di personale.

Altri ancora pensano di venire a lavorare in nero senza essere consapevoli di quanto sono severi qui con gli immigranti clandestini. Non si rendono conto che essere clandestini nel Regno Unito ora non è uno scherzo.

Ecco alcune delle domande che ci sono arrivate. Purtroppo nessuno di questi soddisfa i criteri per richiedere un visto.

Sto cercando lavoro dall’Italia, ma nemmeno uno che mi risponda. Vorrei fare la receptionist o anche la cameriera

ristorazione – relazioni publiche lingue: italiano nativo, spagnolo c2(liceo finito in spagna),inglese a1

cerco lavoro in un ristorante italiano da settembre, non parlo inglese ma imparo veloce e voglio trasferirmi a Londra per sempre

Mi sono appena laureato e vorrei fare esperienza con l’idea di un trasferimento definitivo a Londra. Mi piacerebbe fare traduzioni o insegnare italiano anche solo part time per cominciare. 

Rispondi

Torna su