giornata della lingua inglese

Londra, grande riorganizzazione al Victoria & Albert Museum

La grande riorganizzazione include la perdita di molti posti di lavoro, si parla del 20%, specialmente per quanto riguarda i curatori e gli esperti di conservazione e restauro. 

Al personale verrà chiesto prima di andarsene volontariamente in pensione o con una somma di denaro. Se i volontari non sono sufficienti i dirigenti del museo sceglieranno chi licenziare per esubero.  

Purtroppo con questo sistema sta già succedendo che se ne vanno tutti gli esperti di un campo, per esempio tutti i curatori della pittura europea se ne sono andati. Sono in molti preoccupati che questo avrà un effetto molto negativo sul museo. 

Anche se il museo lo nega molti lavoratori del museo credono che i tagli non siano solo per la pandemia ma anche per i soldi spesi per creare un’altro museo a Stratford. Non si tratta di un museo convenzionale ma la gente  potrà vedere opere e oggetti solitamente conservati in posti non aperti al pubblico. Il museo nega che i costi di questo nuovo progetto lo costringa a mandare via personale. 

 

Rispondi

Torna su