Londra ha perso 100 mila posti di lavoro in tre mesi

Solo nel periodo estivo, ovvero da giugno a settembre si sono persi 100 mila posti di lavoro solo a Londra. 

La capitale è più esposta ai danni dei blocchi a causa del fatto che una buona parte dell’economia si basa sui servizi come per esempio ristoranti, alberghi e negozi che hanno dovuto proprio chiudere per mesi. Inoltre Londra risente moltissimo del forte calo del turismo, anche quando non c’era lockdown come nei mesi estivi il numero dei turisti era rimasto basso. 

La disoccupazione ufficiale a Londra ha superato i 300.000 per la prima volta dal 2015 e con una media di disoccupazione del 6% ma con diversi borough che superano il 12%.

Sono usciti oggi i nuovi dati sul lavoro e occupazione del ONS ovvero l’equivalente all’ISTAT britannico, la situazione non è certo rosea, soprattutto a Londra. L’altra preoccupazione è la possibilità di avere una Brexit senza accordo che potrebbe danneggiare ulteriormente diversi settori. 

 

Scritto da Daniela Mizzi

Nel Regno Unito dal 1991, grande viaggiatrice e amante dell'avventura. Lavorato in diversi settori dall'amministrazione al settore pubblicitario.

Chi passa da Facebook a MeWe? In tanti sembra…

Leggete i libri di Jacqueline Wilson in inglese