Londra, i contagi rimangono alti, ospedali pieni ma ancora niente mascherine

Il ministro della Salute Sajid Javid insiste che non esiste la necessità di mettere le mascherine nei locali al chiuso. Ammette che la cosa rimane una possibilità in futuro, ma non vede motivo di farlo ora.

Questo anche dopo che diversi studi che hanno confermato che indossare le mascherine abbassa il rischio di contagio. Ovviamente questo funziona solo se più o meno tutti la indossano visto che la mascherina non protegge tanto chi la indossa, ma gli altri.

Javid ripete il fatto che il governo si basa sulle vaccinazioni e i richiami e insiste che tutti si vaccinino il prima possibile, soprattutto per salvare il Natale. Ha anche detto che i paesi europei hanno scelto mascherini e lockdown, mentre il Regno Unito ha scelto le vaccinazioni. Non ha però detto che ci sono diversi paesi europei con una percentuale più alta di vaccinati del Regno Unito.

Per esempio il Regno Unito ha il 68,9% di persone che ha fatto due vaccinazioni, Germania è al 67,9%, il Belgio al 74,9%, l’Italia al 73,9%, la Francia al 69,1%, Spagna al 79,2%, la Danimarca al 76,1% e il Portogallo al 86,6%. Quindi dire che a differenza dei paesi europei il Regno Unito ha puntato sui vaccini è un’affermazione che non si basa proprio sui fatti. Se si escludono la Germania e l’Austria, ma la differenza comunque è minima.

Attenzione però, in molte zone non si ricevono avvertimenti per la terza dose,  bisogna fare tutto da soli qui. Da domani possono vaccinarsi anche i quarantenni. 

La cosa tragica però è che in certe zone non è facile trovare un posto per vaccinarsi vicino a casa. Ne ho trovato uno per il 18 dicembre, considerato che ci vogliono 3 settimane prima che il vaccino faccia effetto, non sarei completamente protetta per il giorno di Natale.

Rispondi

Torna su