Londra, i contagi sembrano calare almeno per il momento

Si stima che il numero “R” di riproduzione del COVID-19 in Inghilterra sia sceso tra 0,9 e 1,1, ha affermato venerdì l’Agenzia per la sicurezza sanitaria del Regno Unito, aggiungendo che l’epidemia potrebbe ridursi.

La crescita giornaliera dei contagi è stata stimata tra -1% e +2% rispetto al +1% e +3% della settimana precedente.

Sono sicuramente ottime notizie ma prima di celebrare bisogna tenere presente che potrebbe essere l’effetto delle vacanze scolastiche della settimana scorsa. Con le scuole chiuse, che sono il covo principale di COVID, avremmo una pausa temporanea. Considerando il periodo di incubazione, la riduzione dei casi per la chiusura della scuola dovrebbe risultare in questi giorni. Se questo è vero dovrebbero cominciare a risalire la prossima settimana.

Una preoccupazione è che se i contagi tra la popolazione scolastica rimane alta, questo diventerà potenzialmente problematico quando bambini e ragazzi incontrano la famiglia estesa per Natale. Normalmente le riunioni natalizie includono anche i membri più anziani e quindi più a rischio.

Altri invece pensano che sia la fine di questa ondata di COVID e che Boris Johnson ha fatto bene a non rimettere le restrizioni. Con le vaccinazioni in corso credono anche che sia la fine definitiva della pandemia nel Regno Unito.

Una cosa che si dovrebbe sapere ormai che è difficile capire come andranno le cose dai casi segnalati. Il numero di contagi dipende dai tamponi fatti e con sempre più persone che fanno i test a flusso laterale, che non vengono registrati nelle cifre ufficiali, le cose sono sempre complesse e difficili da interpretare.

Rispondi

Torna su