Londra, il paese convive con due pandemie di COVID

Nelle ultime 24 ore abbiamo nuova informazione sulla pandemia in Inghilterra e nel Regno Unito. Sappiamo per esempio che ci sono due epidemie in corso: quella di Delta e quella di Omicron. Sappiamo anche che le prossime settimane saranno spaventose a livello di numeri di contagi. L’epidemia di Delta non è in crescita ma è ancora presente, mentre Omicron sta crescendo velocemente e in certe aree i contagi si raddoppiano ogni due giorni.

Omicron è la variante dominante a Londra e lo diventerà anche nel resto del paese nelle prossime settimane.

Il governo non vuole mettere restrizioni ma consiglia di selezionare chi vedere nelle prossime settimane e di fare test lateral flow prima di incontrare anziani e persone vulnerabili.

Il governo dice che si possono fare party di Natale e dell’ultimo dell’anno ma di stare attenti ed essere selettivi. La responsabilità rimane ancora con l’individuo con il governo che preferisce non mettere restrizioni sicuro che la gente sarà responsabile e si comporterà bene senza imposizioni.

Gli scienziati intanto affermano che Omicron non è una forma leggera di COVID come molti affermano a Londra i ricoveri ospedalieri sono saliti del 30% in una settimana e aumenta il numero di persone che hanno bisogno di respiratori e ossigeno.

La campagna vaccinale continua e dal 20 dicembre i ragazzi dai 12 ai 15 anni potranno avere la seconda vaccinazione, ovviamente il primo ministro conta su queste campagna per evitare di dover mettere altre restrizioni. Rimane convinto che con la sua campagna vaccinale e il buon senso dei cittadini non occorrono altre regole e che quindi Natale e l’ultimo dell’anno saranno ‘normali.

Rispondi

Torna su