Londra: In calo i cittadini dell’Unione Europea che lavorano in UK

Secondo i dati pubblicati oggi dal Office of National Statistics (ONS) britannico i cittadini europei che lavorano nel Regno Unito tra giugno e settembre erano un milione e 870 mila. Questa cifra sarebbe 364 mila in meno rispetto all’anno precedente.

Le spiegazioni per questo calo sono molteplici, indubbiamente molti sono ritornati a casa sia per la pandemia, per aver perso il lavoro o per l’incertezza causata dalla Brexit. Inoltre, il periodo estivo è quando tanti arrivano a lavorare per qualche mese e con la pandemia di quest’anno molti non ci hanno nemmeno provato.

Dal 1 gennaio comunque diventerà molto difficile per la maggioranza di europei, italiani inclusi, poter venire a lavorare se non con un ottimo inglese e in possesso di 70 punti per poter ottenere il permesso di lavoro. Inoltre chi ottiene e paga il permesso deve anche pagare oltre 600 sterline all’anno per poter usare il sistema sanitario. Poter venire e trasferirsi diventa un privilegio goduto in passato e quindi questi numeri caleranno sempre più.

#AnteprimaProdottoVotoPrezzo
1 Boris Johnson. L'ascesa del leader conservatore e il Regno Unito post Brexit Boris Johnson. L'ascesa del leader conservatore e il Regno Unito post Brexit Nessuna recensione 20,00 EUR 19,00 EUR
2 Brexit. Tra diritto e politica Brexit. Tra diritto e politica Nessuna recensione 13,00 EUR 10,40 EUR

Ultimo aggiornamento 2022-06-30 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Rispondi

Torna su