Londra, ma perchè vi meravigliate se imprigionano italiani?

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Lo scandalo della settimana è stato indubbiamente quello degli italiani, privi di permesso di lavoro, detenuti prima di essere rimpatriati.  Molti sembrano sorpresi da ciò, inclusi molti giornali italiani. Ma chi conosce il sistema di immigrazione del Regno Unito non è per niente sorpreso, anzi se l’aspettava.  Chi conosce scandali passati come quello di Windrush dovrebbe sapere che tutto questo era una logica conseguenza della Brexit

Qualche anno fa avevo partecipato ad una conferenza organizzata dall’Università di Bristol su questo argomento e ad una organizzata dalla Università di Westminster. Erano presenti i più noti avvocati di immigrazione del Regno Unito, attivisti di diritti umani e organizzazioni per la protezione degli immigrati. Le storie che venivano fuori erano agghiaccianti. A differenza di una condanna da un tribunale quando si riceve una pena e si è consapevoli di quanto tempo bisogna passare in prigione, la detenzione per i cosidetti clandestini è a tempo indeterminato, possono essere due o tre giorni, può essere più di un anno. 

L’altra cosa che era venuta fuori era che molti “detenuti” non erano clandestini veri e propri, erano arrivati legalmente ma per la mancanza di un documento, un errore burocratico o semplicemente una pratica di rinnovo del permesso persa in qualche ufficio, si sono ritrovati clandestini. Altri sono persone a cui è stato rifiutato asilo politico o persone che raggiunti i 18 anni non erano più coperti dal permesso di residenza dei genitori e che vengono spediti in paesi che non ricordano, dove non conoscono nessuno. Altri ancora sono vittime di tratta e traffico di essere umani, sono persone che dovrebbero essere protette, non trattate come criminali. 

Un altro particolare importante che molti non sanno è che chi sposa un cittadino britannico non ha automaticamente il diritto a rimanere nel Regno Unito. Il coniuge britannico deve dimostrare di poter mantenere il coniuge straniero. Inoltre la decisione finale spetta sempre all’impiegato dell’Home Office. Non mancano i casi assurdi, signora delle Filippine sposata a cittadino britannico disabile da un ictus con due figli piccoli, viene espulsa perchè il marito non lavora. Anche se la signora era quella che si prendeva cura del marito e dei figli. La cosa non ha senso perchè in un caso come questo i figli britannici devono andare in affidamento, il marito ha bisogno di OSS e assistenza statale per mangiare, vestirsi e lavarsi, tutte cose che la moglie faceva gratis.

Oppure cittadina cinese incinta sposata con un cittadino  britannico che ha un’azienda e guadagni alti. Non dovevano esserci problemi ma l’impiegato decide che è nell’interesse della donna tornare in Cina e nella sua cultura e che la coppia poteva andare a vivere in Cina. Come se non fosse grande abbastanza da poter decidere da sola. 

Adesso vi chiedete ma cosa c’entra tutto questo? C’entra eccome se c’entra. Fino al 31 dicembre 2020 i cittadini europei erano coperti dalle leggi della libera circolazione della UE. Ma da ora non lo sono più e dal 30 giugno le cose saranno anche peggio,  visto che tutti i “legali” devono avere il settled status o il pre-settled status. Di conseguenza tutti i cittadini europei inclusi gli italiani si ritrovano nella stessa barca dei cosiddetti extracomunitari. Non solo australiani, nigeriani o cinesi possono essere imprigionati e rimpatriati, ma anche italiani, francesi o polacchi.  Le cose peggioreranno dopo la fine della pandemia quando molti giovani e non vorranno venire a lavorare a Londra o venire come au pair, anche solo per qualche mese

Alcuni dei commenti che si trovano per il Colnbrook Immigration Removal Centre su Google che si trova vicino all’aeroporto di Heathrow. 

Disgrazia totale. L’avvocato ha descritto che le loro tattiche erano subdole. Usano forti tattiche con le braccia sui detenuti. Secondo quanto riferito, i documenti spariscono in modo sistematico.

Posto assolutamente vergognoso. Fondamentalmente una prigione. Il personale è scortese e condiscendente. Potrei andare avanti all’infinito, ma fondamentalmente hanno bisogno di chiudere questo posto orribile.

Mia nuora, messa qui quando arrivò nel Regno Unito !!! Perché? Trattata come un animale. E trattata come una criminale. È un’insegnante rispettata, una persona rispettosa della legge, sposata con un uomo britannico, mio figlio. Sono disgustata e mi vergogno di questo paese dopo questo. È stata rimandata in Cile. Non ha mai visto suo marito. Cosa sta succedendo con questo paese?

Lo scandalo della settimana era quindi molto prevedibile e abbiamo solo visto l’inizio. Molti italiani sono ancora ignari della situazione o pensano che basta avere un’offerta di lavoro per poter venire legalmente. Invece non è proprio così, bisogna avere i 70 punti per chiedere il permesso di lavoro, non basta avere un email con un’offerta. Inoltre, venire alla pari (au pair) non è più possibile perchè non danno permessi di lavoro per farlo.

L’unica speranza è che alla fine dovranno ravvedersi e diventare un po’ più flessibili, ma per il momento non se ne parla proprio. 

close

🕶 Rilassati!

Iscriviti per ricevere le nostre ultime notizie direttamente nella tua casella di posta.

Non ti invieremo mai spam né condivideremo il tuo indirizzo email.
Scopri di più nella nostra Informativa sulla privacy.

2 commenti su “Londra, ma perchè vi meravigliate se imprigionano italiani?”

  1. Avatar

    Basta leggere i commenti su questo sito perche’ alcuni si sono meravigliati degli arresti.

    Gli italiani sono particolarmente testardi ed e’ proprio difficile far capire loro che dovrebbero stare alla larga da questo paese. Purtroppo, e’ solo quando si ‘bruciano’ che allora giurano di non tornarci piu’.
    Ma perche’ non risparmiare soldi e fatica e non venirci proprio, dato che ora ci vuole un visto per accedere?

    Anni fa partecipavo a un sito di immigrati italiani in GB e non c’era proprio verso di far capire i lati negativi di questo paese. Tutti i paesi hanno i pro e i contro ma in questa nazione adesso c’e’ proprio un odio molto forte verso i cittadini UE dopo il referendum, per dirla chiara tollerano meglio cittadini asiatici e di altri luoghi nel Commonwealth che quelli UE.

  2. Avatar

    “Tollerano” chi gli risolve problemi e non gli rompe le scatole rispetto a quanti problemi risolve, e/o sta particolarmente zitto e buono (a suo rischio e pericolo, ovviamente). Capirai che scoperta, tutti i popoli sani di mente fanno questo.

Commenta

LondraNews - 2021-06-29T113539
Scoprite che ha creato un cuoco italiano a Londra!
LondraNews-21
Guarda le spiagge più fotografate dell'Inghilterra
vegan pizza
Londra, Pizza Express lancia il suo primo ristorante vegano temporaneo
LondraNews
Londra, questi sono i settori che non hanno personale ed è un disastro
Housekeeping Staff - Hotel
A Londra puoi anche andare alle antiche terme romane

Boris Johnson vorrebbe stare al governo almeno 10 anni, pensi che ci riuscirà?

Torna su
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: