Londra, mancano 100 mila autisti, scaffali dei supermercati saranno vuoti

I leader del settore hanno avvertito che il Regno Unito ha perso 100 mila conducenti di mezzi pesanti. La Brexit ha significato che molti conducenti dell’Europa orientale sono tornati a casa, mentre la pandemia di coronavirus ha portato a un arretrato di autisti in formazione in attesa di sostenere il test.
Quindi i supermercati avvertono che nel giro di poche settimane comincerà a mancare il cibo dagli scaffali.


I dirigenti del settore hanno chiesto un intervento urgente per consentire ai conducenti stranieri di poter avere un visto. Al momento il lavoro dell’autista non rientra nella lista delle occupazioni che possono avere un visto di lavoro.
Il governo ha risposto che i datori di lavoro devono cercare di formare il personale britannico invece di affidarsi ai lavoratori stranieri. Non ha quindi nessuna intenzione, almeno per ora, di dare visti di lavoro ad autisti stranieri. Questa è la risposta, con poche modifiche, che fino ad ora ha dato a tutti i settori dalla ristorazione alla produzione alimentare. In poche parole, il governo non sta prendendo la cosa sul serio e passa il problema ai datori di lavoro, che sono loro in qualche modo ad avere la colpa di affidarsi troppo alla manodopera estera. 

close

🕶 Rilassati!

Iscriviti per ricevere le nostre ultime notizie direttamente nella tua casella di posta.

Non ti invieremo mai spam né condivideremo il tuo indirizzo email.
Scopri di più nella nostra Informativa sulla privacy.

Commenta

Torna su