giornata della lingua inglese

Londra, meglio cani dei tamponi COVID secondo studio britannico

Il COVID ha un odore particolare che i cani possono identificare, se addestrati, rivela uno studio britannico. 

Ancora la ricerca si trova all’inizio e solo 6 cani ne hanno partecipato annusando per 3500 campioni. Sembra che siano accurati fino al 94%, ancora meglio dei tamponi.  Possono anche identificare casi di COVID in persone asintomatiche o con cariche virali basse. 

Lo studio è stato fatto alla London School of Hygiene and Tropical Medicine. Sembra che i cani siano stati addestrati nella variante originale del virus ma sono stati in grado di idenfiticare anche le varianti.  Il che significa che, una volta addestrati, non devono essere addestrati nuovamente per ogni nuova variante..

Sei cani ,  Asher, Kyp, Lexie, Tala, Millie e Marlow, dell’associazione benefica Medical Detection Dogs hanno preso parte allo studio e sapevano distinguere tra chi aveva il COVID e chi no con solo un piccolo margine d’errore.

Ciò significa che né il team di ricerca né i cani sapevano quale dei campioni di odore proveniva da quelli infettati da Covid e quali erano privi di coronavirus. La prossima fase dello studio include provare se i cani riescono ad identificare persone con il COVID in posti affollati come gli stadi o gli aeroporti.  Se funzionasse, sarebbe molto più veloce controllare i passeggeri per esempio prima dell’imbarco.  Quelli identificati dovrebbero poi sottoporsi ad un normale tampone. 

Rispondi

Torna su