CONDIVIDI

bedlamBedlam o St Bethlehem’s Hospital era un manicomio esistente dal 1200. Esiste tuttora nella forma moderna a Bromley e si chiama Bethlem Royal Hospital ed è ancora specializzato in salute mentale. Il soprannome del manicomio ‘bedlam‘ ora significa in inglese confusione e casino.

Il primo ospedale si trovava a Bishopgate vicino alla parrocchia di St Botolph, nel posto esatto dove si trova ora la stazione di Liverpool Street. Oltre ai malati mentali l’ospedale ospitava anche i poveri. Era effettivamente il primo grande manicomio in Europa.

Le condizioni erano inumane e i pazienti venivano normalmente picchiati e torturati. Quando Enrico VIII dissolse i monasteri, Bedlam divenne parte della prigione di Bridewell che significò che il trattamento e le condizioni dei pazienti peggiorò notevolmente.

Foto: © Copyright Charles Thompson and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Nel 1675 si spostò in un nuovo edificio a Moorgate, all’entrata si trovavano due statue chiamate Madness e Melancholy che ancora si trovano ora al Victoria & Albert Museum e sono l’unica cosa rimasta di quel manicomio.

L’ospedale faceva i soldi vendendo biglietti di ingresso a chi voleva passare il tempo a guardare i malati, cosa che può sembrare strana ora ma allora era considerato un passatempo normale.

Il nuovo ospedale di Bedlam

Nel 1815 tutti i pazienti furono spostati a St George’s Field a Southwark. Se andate ora troverete ancora il balcone al Grand Union pub a Brook Street, costruito apposta per guardare i pazienti che giravano per i giardini.

Le condizioni erano migliori dei manicomi precedenti e dal 1851 ci lavoravano anche dottori, cosa che segna il passaggio dal manicomio tradizionale al concetto più moderno e medico di ospedale psichiatrico.

L’ultimo paziente lasciò l’ospedale nel 1930 e l’edificio riaprì nel 1936, ma questa volta come Imperial War Museum. Ora se visitate l’Imperial War Museum, fate un pensierino alla sua storia e a tutti i pazienti che ci sono passati.

Commenta con Facebook