Londra, niente più mascherine e COVID pass ha annunciato Johnson

Come previsto, principalmente per salvare la sua poltrona Boris Johnson, ha eliminato tutte le misure anti COVID incluso indossare le mascherine in ambienti chiusi, dover fare test rapidi per andare in locali affollati o lavorare da casa. 

Da domani i ragazzi delle scuole superiori non dovranno più indossare le mascherine a casa e da giovedì prossimo le mascherine saranno un ricordo. Non occorre nemmeno più lavorare da casa. Ha anche promesso che il prima possibile vuole anche eliminare l’obbligo di isolarsi se ammalati o se venuti in contatto con una persona ammalata. Al massimo queste leggi rimarranno fino al 24 marzo, ma Johnson spera di poterle eliminare prima. 

Ciò non significa che non si deve indossare la mascherina o in futuro rimanere a casa se ammalati, ma la decisione rimane una cosa individuale e non decisa dal governo. Molti non saranno pagati se stanno a casa dal lavoro e quindi sappiamo bene che andranno a lavorare.

Presto saranno eliminate anche tutte le restrizioni di viaggio rimaste insomma nel giro di poco saremo di nuovo come eravamo prima della pandemia. 

Secondo Johnson i cittadini britannici sono abbastanza responsabili di non aver bisogno di regole. A partire da lui, che ha dato uno splendido esempio di responsabilità con le feste a Downing Street. 

Il motivo principale di tutto questo è chiaramente per voler continuare ad avere l’appoggio della destra del suo partito. A giorni ci sarà quasi sicuramente una votazione tra i suoi deputati e spera che accontentando la parte contro le misure anti COVID avrà una maggioranza di deputati a favore e potrà continuare a essere primo ministro. 

I trasporti di Londra hanno annunciato che la mascherina continuerà ad essere obbligatoria su tutti gli autobus e treni, ma come è successo in passato sappiamo che il personale non ha autorità per farla mettere e molti passeggeri saranno senza mascherina. 

Gli scienziati e medici sono meno felici, è vero che in media i contagi sono scesi è anche vero che vengono fatti meno test. I tamponi o PCR non sono più richiesti dal 5 di gennaio e i  test ora sono rapidi e fatti in casa, quindi non si hanno tutti i numeri dei contagi. Ci sono persone che dopo aver fatto il rest rapido hanno cercato di segnalare alle autorità sanitarie di essere positivi, ma si sono sentiti dire che non importa. 

Il numero dei ricoveri in ospedali è ancora stazionaria o in lieve aumento in certe regioni, ma scesa molto a Londra e in certe zone.  Inoltre, mentre a Londra i casi sono decisamente scesi, in altre parti del paese sono stazionari o addirittura in crescita. 

Ecco invece alcune reazioni di medici su Twitter.

1 commento su “Londra, niente più mascherine e COVID pass ha annunciato Johnson”

  1. Fan italiana di Boris

    Bravissimo Boris, sei coraggioso e intelligente, non ti candidi pure in Italia per favore, abbiamo bisogno di te

Rispondi a Fan italiana di Boris Annulla risposta

Torna su