giornata della lingua inglese

Londra non è più la città più cara del mondo per le costruzioni

Secondo uno studio sui costi di costruzione di ​​100 città in tutto il mondo, Londra si è classificata seconda dietro Ginevra e davanti a Copenaghen (terza). Le cinque città meno costose si trovano in Asia e in India.

Al di fuori di Londra, le città del Regno Unito sono come sempre ben rappresentate tra i primi 25, con Bristol al 15esimo posto, Manchester 17, Birmingham 22, Liverpool 23, Edimburgo 24 e Cardiff 25. Ancora bisogna decidere se è positivo trovarsi nei posti alti

L’economia britannica è stata colpita in modo peggiore tra i paesi del G7 nel 2020 e ha registrato una contrazione di quasi il 10%. Ciò era dovuto all’elevata dipendenza del PIL dal settore dell’ospitalità e dei servizi per il tempo libero e all’alto livello di urbanizzazione. Chiaramente entrambe le aree sono state toccate molto dalla pandemia.

Le costruzioni sono diminuite di circa il 13% nel Regno Unito e si prevede che riprendano i livelli pre-Covid solo all’inizio del 2022, se crescono i settori delle infrastrutture, dell’edilizia abitativa e dell’industria.

L’indice Arcadis ICC 2021 copre 100 delle grandi città del mondo in sei continenti. Il confronto dei costi è stato sviluppato coprendo venti funzioni di costruzione, sulla base di un’indagine dei costi di costruzione, della revisione delle condizioni di mercato e del giudizio professionale del suo team globale di esperti.

I calcoli sono basati in dollari statunitensi. Quest’anno, il rapporto ha incluso città come Oslo, Vienna, Nizza, Memphis, Ho Chi Minh City e Kiev.

Le 10 città più care:

1. Ginevra

2. Londra

3. Copenaghen

4. Oslo

5. Zurigo

6. New York City

7. San Francisco

8. Hong Kong

9. Dublino

10. Macao

Lo vi en “London” – Google News https://ift.tt/3aNEius

Rispondi

Torna su