“Londra offre certezze e meritocrazia”

Quando sei venuto/a a Londra/Regno Unito?

Gennaio 2016

Come hai cercato una sistemazione fissa e hai avuto problemi?

Avevo amici a Londra che mi hanno aiutata

Come hai cercato lavoro?

Cercando e chiedendo, bisogna farsi coraggio e chiedere a Londra per ottenere. Ero timidissima ora non lo sono piu’
 Quanto tempo ci hai messo a trovare il tuo primo lavoro?

Una settimana

Che tipo di esperienza di lavoro o titoli di studio avevi all’arrivo?
Diploma e lavoro da babysitter e anche impiegata

Come era il tuo inglese scritto e parlato al tuo arrivo?

Scolastico

Quale e’ stato il tuo primo lavoro? E che lavoro stai facendo adesso?

Cameriera e ora sono anche alla cassa

Come definiresti la tua esperienza a Londra/Regno Unito fino ad ora? E per quali motivi?

In generale molto buona, sto facendo tanti sacrifici e sto lavorando tantissimo ma spero di ottenere qualcosa di buono. Non ho ancora avuto il tempo di godermi Londra mi sto dedicando completamente al lavoro e allo studio della lingua.

londonConsiglieresti ad altri di partire per Londra/Regno Unito e per quali motivi?

Non ci sono alternative, Londra offre tutto cio’ che l’Italia e il resto dell’Europa non offrono. Londra offre certezze e meritocrazia. Credo sia impossibile fallire a Londra se si e’ dato tanto. Non ci sono tappeti rossi ma esiste la meritocrazia che a mio parere e’ anche meglio.  Qua se dai, ricevi sempre qualcosa in cambio.

 Potresti dare due consigli utili a chi deve ancora partire?

Compra il biglietto e buttarsi.

Queste sono risposte al nostro sondaggio e non necessariamente sottoscriviamo a ciò che viene detto, pubblichiamo le risposte per dover di cronaca e per dare la parola a tutti

Se vuoi anche tu un lavoro a Londra o nel Regno Unito, leggi qui

Puoi anche tu compilare questo sondaggio qui sotto

rapporto

Scritto da admin

Autore per pagine generiche e di informazione

“Se guadagnate meno di 30 mila sterline l’anno, non venite in UK”

“Sono venuta quasi senza esperienza e ora ho il lavoro che sognavo”