Londra, ora abbiamo anche la crisi della birra

Il 12 aprile il 40% dei pub inglesi ha potuto riaprire, se hanno spazio all’aperto. Inutile dire che si sono precipitati tutti al pub, con molti locali prenotati per mesi.

In aprile la vendita di birra al pub è più che raddoppiata dall’aprile 2019 quando ancora non c’era la pandemia. Ora molti pub hanno dovuto buttare via quantità ridicole di birra, all’inizio di ogni lockdown, soprattutto il primo. Quindi sono stati cauti nelle ordinazioni, ma la gente è arrivata in massa.

Per esempio, Budweiser, che produce Stella Artois e Camden Hells, ha aumentato la produzione, producendo barili di birra continuamente. Altri fornitori hanno dovuto limitare le forniture per pub poiché non prevedevano che la domanda sarebbe stata così alta. I birrai artigianali più piccoli, invece, stanno lottando per trovare la forza lavoro per tenere il passo con la domanda per tornare alla piena produzione con un preavviso così breve.

 

Il pub è un’istituzione sociale in Inghilterra ed è spesso il punto focale della vita comunitaria. I pub sono una parte importante della cultura britannica e sono storicamente considerati centri di interazione sociale, dove la gente del posto può bere insieme e socializzare. Negli ultimi anni molti pub si sono specializzati in birra artigianale che è proprio quella più difficile da trovare ora. 

Daniela Mizzi
Nel Regno Unito dal 1991, grande viaggiatrice e amante dell'avventura. Lavorato in diversi settori dall'amministrazione al settore pubblicitario.

You may also like

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

More in News