Londra, passaporti per entrare e le scuole di inglese si lamentano

Ancora è troppo presto per quantificare, il cambiamento è avvenuto il 1 ottobre fuori dal periodo normale delle vacanze studio. Inoltre il settore è stato praticamente fermo per la pandemia, vedremo gli effetti dell’obbligo di avere il passaporto nei prossimi anni. Certo la preoccupazione nelle scuole di lingue e altri centri di vacanze studio nel Regno Unito è percepibile.

Le carte d’identità sono state a lungo utilizzate da molti residenti dell’UE per entrare nel Regno Unito per studiare l’inglese a breve termine. Tuttavia, a partire dal 1 ottobre, i cittadini dell’UE che desiderano recarsi nel Regno Unito non possono più utilizzarle e devono invece mostrare un passaporto valido per entrare nel paese. Considerando che molti studenti sono giovani e non hanno il passaporto, questo potrebbe essere un grosso ostacolo. 

Le parti interessate affermano che la mossa potrebbe rendere difficile la logistica sia per gli studenti che per le scuole, con gli agenti che avvertono che si tratta di un problema per i programmi di lavoro e studio nel Regno Unito. Gli studenti possono andare in posti come l’Irlanda e Malta per imparare l’inglese, ma per le scuole di inglese in posti come Hastings o Eastbourne non hanno altra scelta. Una buona parte dell’economia di queste cittadine viene dalle vacanze studio, non avere il numero di studenti di prima avrà un impatto non solo sulle scuole, ma su tutta l’economia locale. 

English UK ha cercato di  mantenere aperti i viaggi con carta d’identità UE per i minorenni, ma la domanda è stata respinta in parlamento, concedendo solo un’estensione fino alla fine di settembre, invece che subito dal 1 gennaio 2021, rafforzando che la data per tutti di iniziare a utilizzare i passaporti sarebbe stata il 1 ottobre.

Tuttavia, l’Associazione delle scuole di lingua inglese sta ancora discutendo con il Ministero degli Interni la possibilità di passaporti collettivi per i giovani dell’UE che vengono nel Regno Unito per “viaggi di studio brevi”.

 

Torna su