giornata della lingua inglese

Londra, possibile perdita di oltre 6 miliardi di sterline nel turismo

Una nuova ricerca ha trovato che le dure restrizioni imposte dal governo ai viaggi in Inghilterra e Regno Unito costeranno circa 11 miliardi nel settore turistico, almeno 6 miliardi di questi verranno persi nella capitale britannica. 
 
Lo dice il Centre for Economic and Business Research Abbreviato CEBR che ritiene che Londra sia stata colpita due volte perché mancano i turisti esteri, che hanno scelto per motivi ovvi di non venire nel Regno Unito quest’estate.
 
Molti turisti britannici hanno scelto di rimanere nel Regno Unito, ma quasi sempre scelgono di andare in posti come la Cornovaglia, il Galles e il Lake District, raramente trascorrono vacanze a Londra. 
 
Secondo Visit Britain, l’organizzazione nazionale del turismo, i visitatori internazionali in Inghilterra hanno speso l’80% in meno tra la seconda metà del 2019 e lo stesso periodo del 2020.
Secondo il CEBR se le restrizioni fossero state semplificate o abolite, il turismo londinese non avrebbe sofferto così tanto. In realtà, anche se non ci fossero quarantene, fino ad ora questa estate i contagi di COVID nel Regno Unito sono stati alti. Non tutti i turisti vorrebbero passare le vacanze in una metropoli affollata dove la maggioranza non indossa la mascherina e con tanti casi di COVID. 
 
 
 

Rispondi

Torna su