Londra: preparativi del governo per mancanza cibo e medicine nel 2021

È stato The Sun a pubblicare l’esclusiva di un documento  del governo britannico che parla di un piano d’emergenza per affrontare una seconda ondata di coronavirus e una Brexit senza trattato.

The Sun non  è normalmente il giornale più credibile, ma a questo punto che quest’inverno potremmo dover affrontare la pandemia e una Brexit senza trattato non è fantascienza. I numeri dei contagi continuano a crescere in tutta Europa e le trattative con la UE non stanno andando bene.  È anche normale che il governo abbia fatto dei preparativi.

Il governo chiama questo un reasonable worst case scenario, ovvero un caso estremo ma possibile.  La cosa peggiore inizialmente sarebbe la mancanza di cibo e medicine e per questo il governo userà l’esercito. Hanno già 1500 militari pronti ad intervenire.  Il governo francese quasi sicuramente metterà subito il dazio a Calais, il che significa che ci saranno grossi ritardi per le merci.

Queste merci includono cibo e medicine, il Regno Unito non è autosufficiente e ha bisogno di importare cibo. Lasciare la UE senza trattato non significa solo non avere un trattato di libero scambio con la UE, ma perderebbe anche i trattati che la UE ha con 70 altri paesi. Praticamente si trova a dover affrontare dazi e sdoganamenti e il governo britannico non ha ancora assunto e formato le 50 mila persone che servono per le dogane e dazi. Il documento prevede un calo di flusso di merci dalla Francia del 45%.

Mancherebbero anche le medicine

Per le medicine è anche peggio, molte sono prodotte in paesi UE come l’Italia, altre arrivano dall’India, ma passano comunque dalla UE e arrivano spesso via Calais-Dover, il documento parla del 75% di tutte le medicine. Ma non solo sarebbe un problema per le medicine per gli umani, ma anche gli animali. Il che sarebbe un disastro non solo per Fox il terrier ma per il bestiame e pollame, il che potrebbe ancora ridurre la quantità di cibo prodotta.

Un’altra cosa menzionata in passato da diversi giornali è che le sostanze usate per depurare l’acqua vengono quasi tutte dalla Francia.  Infatti il documento parla anche di mancanza di acqua potabile.

Il documento parla inoltre del fatto che il 5% dei comuni ha grossi problemi finanziari e un’altra ondata di coronavirus li manderebbe in bancarotta. I comuni gestiscono le scuole e l’assistenza sociale, se un comune andasse in bancarotta avrebbe enormi ripercussioni. La disoccupazione in aumento e la mancanza di cibo potrebbero causare rivolte tra la popolazione.

Il governo si dice preparato e assicura che il futuro dopo la Brexit sarà ottimo per tutti.

Leggi an(Si apre in una nuova scheda del browser)che:

Documenti per lavorare a Londra; quali servono veramente?

 

Ricevi le ultime notizie, offerte di lavoro, testimonianze e cose da fare e vedere direttamente nella tua casella email.

Ultimo aggiornamento 2020-10-20 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

rapporto

  • Hanno pubblicato un leak, il giornale non sarà affidabile ma i documenti che cita si.

  • Non vi conoscevo. Finalmente un blog di italiani a Londra che non parla solo di quanto si vive bene a Londra e quanto ci piacciono il London Eye e Piccadilly. Domani o appena ho tempo vi mando io delle cronache cittadine che dovrebbero essere utili a molti italiani a Londra.

  • Almeno si stanno preparando…l’Italia deve affrontare problemi anche peggiori e non sta facendo nulla. Vorrei essere in Inghilterra mi sentirei tranquillo…

  • Scritto da Daniela Mizzi

    Nel Regno Unito dal 1991, grande viaggiatrice e amante dell'avventura. Lavorato in diversi settori dall'amministrazione al settore pubblicitario.

    Colchico d’autunno, una pianta ornamentale molto velenosa

    Londra: Sembra che Shakespeare fosse bisessuale