Londra, salgono l’inflazione e il debito pubblico

Secondo i dati ottenuti da fonti ufficiali, l’aumento vertiginoso dell’inflazione ha causato un’impennata del 63% nel pagamento degli interessi sul debito pubblico nel corso dell’anno precedente.

Secondo l’Office of National Statistics (ONS), il Regno Unito ha preso in prestito più denaro del previsto nel mese di luglio perché la spesa pubblica ha superato le tasse e altre fonti di reddito.

Secondo l’ONS, la quantità di denaro che il governo ha preso in prestito a luglio ha raggiunto i 4,9 miliardi di sterline, che è significativamente più degli 0,2 miliardi di sterline previsti dall’ufficio di vigilanza finanziaria indipendente del governo, l’Office for Budget Responsibility.

Era anche al di sotto delle previsioni degli analisti di 2,8 miliardi di sterline, portando il deficit di bilancio per quest’anno fino ad ora a 55 miliardi di sterline. Questo dopo che Boris Johnson ha ripetuto per mesi che, grazie al suo governo, l’economia era la migliore al mondo. In realtà sta per affrontare periodi molto difficili e purtroppo la possibile nuovo Primo Ministro, Liz Truss non sembra capire il problema. Ha promesso che appena diventa Primo Ministro taglia le tasse, secondo quasi tutti gli economisti tagliare le tasse farebbe alzare l’inflazione, il debito pubblico e non aiuterebbe le famiglie meno ricche, anzi aiuterebbe i ricchi a diventare più ricchi.

(Visited 1 times, 1 visits today)

Ultimo aggiornamento 2022-12-06 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Rispondi

Torna su