Londra, si aggrava la crisi del personale in tutto il paese

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

La crisi del personale continua e sta diventando una cosa seria, anche se prevista. Frustrante perché ci sono molti italiani e non solo che vorrebbero venire a lavorare, ma se non molto qualificati in certi settori, non possono avere il visto. Quindi come risolvere il dilemma? Aumentare gli stipendi significa aumentare il costo dei prodotti e servizi che non è una buona notizia per i consumatori o gli esportatori. Riaprire le frontiere agli immigrati significa fare una retro marcia politico decisamente imbarazzante. The Guardian ha pubblicato oggi un articolo con tanto di grafici e spiegazioni per chi fosse interessato a esplorare la questione.

Ci sono circa 1,3 milioni di cittadini non britannici che hanno lasciato il paese per sfuggire alla pandemia. Molti europei non sono tornati o non ritorneranno anche per via della Brexit

I leader aziendali affermano che il rilassamento  delle regole sull’immigrazione post-Brexit potrebbe aiutare ad affrontare l’attuale carenza di manodopera, ma chiedono anche al governo di aumentare gli investimenti in competenze e formazione per i candidati nazionali.

Gli esperti nel campo dell’occupazione hanno stabilito che le persone vengono dissuase dall’entrare in determinati settori che negli ultimi anni hanno sviluppato una reputazione di bassi salari e condizioni precarie. Si parla di ospitalità, lavori nelle case di riposo, raccolta frutta e verdura e produzione cibo in particolare. Inoltre sono spesso lavori faticosi che possono essere fatti a 20 o 30 anni, ma non a 50 o 60.

Ma non si tratta solo di mancanza di personale non qualificato, mancano anche persone in IT, ingegneria, finanza e contabilità.

La carenza di manodopera nella forza lavoro è stata un importante argomento di discussione sia per gli economisti che per i leader aziendali, con alcune previsioni che prevedono che ciò potrebbe portare a una pressione prolungata sui salari. Questo a sua volta potrebbe tradursi in un aumento dell’inflazione se le aziende scelgono di trasferire i loro salari sempre crescenti come un aumento dei prezzi.

[amazon bestseller=”economia” items=”1″]

close

🕶 Rilassati!

Iscriviti per ricevere le nostre ultime notizie direttamente nella tua casella di posta.

Non ti invieremo mai spam né condivideremo il tuo indirizzo email.
Scopri di più nella nostra Informativa sulla privacy.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Non perderti questi consigli!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Tower Bridge closed after lone environment protester glues his hands to road
Documenti per lavorare a Londra dopo la Brexit
italian
È spesso difficile trovare personale che parla italiano
lavorare da mcdonalds
Come fare per lavorare da McDonalds a Londra e Gran Bretagna
Copy of viaggi (8)
Londra: cresce il numero di offerte di lavoro online
Untitled design - 2020-09-08T222412
300 mila posti di lavoro persi a Londra in giugno e luglio
Torna su