giornata della lingua inglese

Londra, tanta voglia di ballare, il fabric deve aprire 24 ore al giorno per accontentare tutti

 Il momento era atteso da  più di 16 mesi, e ora l’Inghilterra è diventata il primo paese del Regno Unito a consentire la danza e a revocare le restrizioni sul distanziamento sociale stabilite a seguito della pandemia nel paese.

Un’intera settimana dopo la revoca formale di praticamente tutte le limitazioni domestiche COVID-19 il 19 luglio, migliaia di frequentatori di club nel Regno Unito hanno sfruttato appieno la ritrovata libertà di divertirsi.

I locali notturni di tutto il paese hanno accolto gli ospiti in massa, con il Fabric a Londra e The White Hotel a Manchester hanno dovuto stare aperti 24 ore al giorno,  intero fine settimana al fine di accogliere il gran numero di persone che voleva ballare.

Gli eventi a piena capacità, come i festival di Reading e Leeds possono andare avanti, anche se il governo del Regno Unito ritiene che sia essenziale prendere tutte le precauzioni e mettere in atto misure e che sia necessaria la prova di un test COVID-19 negativo o di una vaccinazione completa per poter entrare, con l’uso di maschere fortemente incoraggiato in entrambi i club e festival che si terranno nel paese.

Anche se i tassi di COVID-19 sono diminuiti nel Regno Unito nell’ultima settimana, i livelli di infezione rimangono allarmanti. La decisione di riaprire i club e consentire lo svolgimento dei festival è avvenuta in un momento quando ancora c’erano restrizioni. Ora stiamo aspettando i dati del periodo successivo con poche restrizioni obbligatorie.

 

Rispondi

Torna su