Londra, ufficiale siamo nella terza ondata, corsa a vaccinare tutti

Il Regno Unito si sta affrettando a vaccinare la sua intera popolazione adulta in modo che il paese non venga duramente colpito dalla terza ondata.

Gli scienziati del governo hanno affermato che bisogna vaccinare più persone possibili prima del 19 luglio quando dovrebbe riaprire tutto e non ci saranno più restrizioni. 

La variante Delta, identificata per la prima volta in India, si è diffusa così tanto nel Regno Unito che è diventata il ceppo dominante in questo paese. I numeri erano diventati bassi e i ricoveri all’ospedale quasi azzerati ma da un mesetto a questa parte vediamo un aumento di contagi, ricoveri e decessi. Non siamo ai livelli di gennaio, probabilmente grazie alle vaccinazioni, infatti pochi anziani vaccinati vanno in ospedale con il COVID. Quindi i ricoveri sono spesso di giovani e tendono ad essere meno gravi di pazienti di età avanzata. 

Gli scienziati consigliano di essere cauti e di vedere i dati delle prossime due settimane prima di riaprire tutto il 19 luglio. Johnson ha promesso la fine di tutte le restrizioni per quel giorno. 

Questo significa anche che i dati sui ricoveri sono costituiti da più giovani del solito che è, anche se ancora grave, meno pericoloso perché di solito si ‘ammala meno’.

L’epidemiologo e membro del gruppo di modelli SPI-M, il dottor Mike Tildesley, ha detto a BBC Breakfast che questo lo rende “cautamente ottimista”.

Ha detto: ‘Attualmente stiamo vedendo persone leggermente più giovani che si stanno infettando, e in realtà le persone che vanno in ospedale tendono ad essere leggermente più giovani, e quindi anche leggermente meno malate , che è ancora una volta un buon segno che anche se stiamo iniziando a vedere più persone che vanno in ospedale, tendono ad essere persone più giovani che hanno maggiori probabilità di guarire con successo.

‘Mi rendo conto di essere leggermente cauto qui. Tutti questi sono segnali cautamente buoni ma, ovviamente, dobbiamo tenerlo d’occhio nelle prossime due settimane in modo da poter fornire quante più informazioni possibili al governo prima del 19.

I casi contagi sono sui 10-11 mila al giorno che sono senza dubbio alti, ma non stanno aumentando a livello esponenziale e ciò offre qualche speranza agli scienziati, ma purtroppo è ancora presto per festeggiare. 

Stephen Richards / Turing statue, Sackville Gardens, Manchester [wp_rss_retriever url=”https://londranews.com/lavorare/feed” items=”3″ excerpt=”50″ read_more=”true” credits=”true” new_window=”true” thumbnail=”200″ cache=”12 hours”]
Daniela Mizzi
Nel Regno Unito dal 1991, grande viaggiatrice e amante dell'avventura. Lavorato in diversi settori dall'amministrazione al settore pubblicitario.

Comments

  1. Non ci siamo, queste sono fake news belle e buone per spaventare la gente, mia figlia vive a Londra ed è tutto normale, da loro il covid è stato sconfitto, mi preoccuperei invece della povera italia in mano a degli incapaci

  2. Forse sua figlia a Londra non sa un bel niente perche’ abbiamo 14mila casi positivi al giorno in GB. Direi che e’ sua figlia a diffondere un sacco di fake news.

    Personalmente credo che tutti gli italiani che sono a Londra vivano in una comunita’ ristretta dove non si occupano neppure delle news dal resto del Regno Unito. Non mi fiderei mai di cosa dicono ‘gli italiani a Londra’, praticamente e’ come se vivessero sulla luna rispetto a noi italiani nel resto dell’Inghilterra e del Regno Unito.

Commenta

You may also like