Londra, un’altra variante di COVID trovata nel Regno Unito

Ormai non si riesce a tenere il conto di tutte queste varianti e mutazioni, ma sembra ne abbiano trovata un’altra tutta inglese. Chiamata B.1.1.318, contiene la mutazione E484K, che si trova in altri due variazioni trovate nel Regno Unito. 

La paura è che una di queste varianti sarà immune ai vaccini prima o poi e quindi ci si ritrova da capo. 

Il governo ha intanto annunciato un aumento dei tamponi per la variante sudafricana a Wembley nel nord di Londra dopo che almeno una persona è risultata positiva alla variante. Altri tamponi a Ealing e Redbridge sempre per controllare la stessa variante. Mentre nel Gloucester hanno trovato la variante Manuas, detta anche brasiliana, in tutto tre casi sono stati trovati in Inghilterra e tre in Scozia.   

Intanto lunedì 8 marzo riaprono le scuole in Inghilterra e possiamo cominciare ad incrociare le dita. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scritto da Daniela Mizzi

Nel Regno Unito dal 1991, grande viaggiatrice e amante dell'avventura. Lavorato in diversi settori dall'amministrazione al settore pubblicitario.

Il Regno Unito vuole lanciare il proprio programma spaziale

La statua dedicata ai bambini ebrei rifugiati a Liverpool Street