Metropolitana di Londra ancora senza soldi e potrebbero essere i londinesi a pagare i costi

In questi giorni si è parlato tanto dello scontro tra governo e il sindaco di Manchester Andy Burnham per i soldi destinati a compensare i settori e le persone affette da un lockdown.

Ora però lo scontro si è spostato a Londra con TfL che include gli autobus e metropolitana di Londra che ha bisogno di altri soldi dal governo per sopravvivere. Il calo dei passeggeri e quindi la riduzione di incassi dai biglietti hanno ancora una volta portato TfL sull’orlo del baratro. Se non riceveva soldi dal governo avrebbe finito le proprie riserve sabato scorso. 

Il governo ha concesso un prestito per mantenere i trasporti di Londra operativi per due settimane mentre nel frattempo cerca di trattare con Sadiq Khan il sindaco di Londra e altri per fare un accordo permanente. 

Sebbene un fondo provvisorio di 1,6 miliardi di sterline a maggio abbia salvato i trasporti di Londra il sindaco ora chiede quasi 6 miliardi di sterline per continuare a mantenere operativi tutti i servizi fino al 2021.

Ma il governo mette i vincoli all’accordo e vuole quindi trovare diversi modi per raccogliere i soldi prestati. Uno sarebbe un aumento della council tax a tutti i londinesi, inoltre ci sarebbe un aumento del costo dei biglietti di autobus e metropolitana.  Vorrebbe anche un’estensione della zona a pagamento per il traffico automobilistico e i soldi di questi pedaggi andrebbero a TfL. 

Inoltre vuole che TfL elimini i viaggi gratuiti per i minorenni, cosa che ovviamente sarebbe un problema per molte famiglie di londinesi, visto che i trasporti costano parecchio e i figli devono andare a scuola, spesso prendendo mezzi pubblici. 

Se queste proposte verranno accettate il governo acconsente di prestare i soldi per i prossimi sei mesi. Se non dovessero essere accettate, allora tutti a piedi londinesi!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scritto da Daniela Mizzi

Nel Regno Unito dal 1991, grande viaggiatrice e amante dell'avventura. Lavorato in diversi settori dall'amministrazione al settore pubblicitario.

Londra: italiano ha affittato piccolo appartamento a 12 persone

Londra: Estesi gli aiuti ai lavoratori dal governo