untitled design (93)

Monarchia e famiglie reali nel mondo

Ci sono diverse monarchie nel mondo, ma la famiglia reale britannica è senza dubbio la più famosa. La regina Elisabetta II era così famosa che in molti paesi veniva semplicemente chiamata ‘la regina’.

Ci sono solo circa 43 paesi nel mondo che hanno ancora un famiglia reale come loro capo di stato; di questi, 16 sono membri del Commonwealth, guidato dal re Carlo III. Nella maggior parte dei casi, i ruoli tradizionali del monarca sono stati a lungo erosi. Poche persone fanno le leggi del loro paese e ancora meno porterebbero i loro compatrioti in conflitto.

Le famiglie reali hanno occupato il trono in tutto il mondo per la maggior parte del 1800. Tuttavia, nell’era moderna, la stragrande maggioranza dei paesi con una monarchia è passata a un sistema costituzionale. Ciò indica che la posizione del monarca è principalmente cerimoniale e che possiede pochissimo potere politico, se non nullo.

Alcuni paesi, come Arabia Saudita, Spagna e Tonga, sono andati contro la tendenza del secolo restaurando la propria monarchia. Dopo la caduta della dittatura franchista in Spagna, la famiglia reale fu reintegrata al governo del paese in 1950 dopo decenni di dominio totalitario. Il generale Franco aveva nominato il re Juan Carlos come prossimo capo di stato e aveva scelto la riforma democratica come sua priorità. La casa reale di Norvegia è rimasta ininterrotta per oltre 1000 anni e risale a Harald Fairhair, che fu dichiarato re in 909.

La Danimarca ha mantenuto una delle monarchie più longeve del mondo, che risale a più di mille anni fa. L’attuale regina può far risalire il suo lignaggio a figure importanti come Gorm il Vecchio che visse in 958, Harald Bluetooth che ha vissuto a 987 e Sweyn Forkbeard che viveva a 1014.

È generalmente accettato che la Casa Imperiale del Giappone può essere fatta risalire all’imperatore Jimmu, che la fondò in 672 aC. Questo la rende la più antica monarchia a regnare ininterrottamente al mondo.

L’Olanda ha uno dei regni più giovani, essendo stata fondata in 1751 con membri reali tratti da la Casa d’Orange-Nassau. La loro autorità è limitata e il re rimane politicamente apolitico. La nazione ed è nota per la sua democrazia liberale, economia di mercato, estese reti ferroviarie e stradali, architettura innovativa e influenza globale negli affari commerciali e culturali.

Le famiglie reali  talvolta sono viste come una parte fondamentale dell’identità dei popoli. Ciò si è verificato storicamente in alcune occasioni nel contesto della seconda guerra mondiale e degli atteggiamenti/azioni dei reali europei.

Il re britannico rimase a Londra anche durante il Blitz, questa decisione contribuì a creare un senso di unità tra gli inglesi, ma ebbe anche un effetto positivo e duraturo sull’atteggiamento della nazione nei confronti della famiglia. Il re Haakon in Norvegia si rifiutò di arrendersi ai nazisti e quindi incoraggiò la resistenza norvegese.

Nonostante quello che molti pensano, monarchia e regalità sono ancora abbastanza popolari. Possono attirare l’attenzione dei media in un modo che non è sempre giusto. Il lungo e leale servizio della Regina Elisabetta ha instillato in essa un sentimento di impegno al di sopra delle considerazioni personali. Era famosa per tenere per sé le sue idee ed era rispettata e amata da molte persone, anche non monarchiche.

 

(Visited 11 times, 1 visits today)

Ultimo aggiornamento 2023-01-29 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Rispondi