“Non consiglierei di venire “alla cieca”, con dei lavori sottopagati e senza diritti”

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Cerchiamo di dare la parola a tutti e pubblichiamo anche esperienze completamente diverse dalle nostre. Queste testimonianze riflettono solo l’esperienza ed opinione di chi l’ha scritta Se vuoi anche tu aggiungere la tua testimonianza puoi farlo compilando il modulo qui sotto. Ci riserviamo il diritto di non pubblicare testimonianze. Se decidi di condividere la tua esperienza puoi anche scegliere di inviare una tua foto che sarà pubblicata nel tuo articolo, troverai il modulino per caricare la tua foto qui sotto. Inviando il modulo qui sotto acconsenti a pubblicare la tua testimonianza su questo sito

Da quanto tempo sei a Londra/UK e come ti trovi?

Sono a Londra da 5 anni e mi trovo bene

Che aspettative/piani avevi al momento della partenza?

Andare in un paese in cui sapevo che avrei fatto il lavoro per cui avevo studiato (la psicologa clinica). Lavoro per l’NHS in questo ruolo e a tempo indeterminato.

Quanto pensi di rimanere e se vuoi andare via, dove andresti?

Se mi offrissero la stessa posizione in Italia, ci penserei, ma il mio lavoro qui è altamente specializzato e purtroppo in Italia non ci sono servizi dedicati per la cura e riabilitazione dei disturbi alimentari così capillari come in UK

Che lavoro fai e come l’hai trovato?

Faccio la psicologa clinica, ho studiato sia in Italia sia qui e poi ho applicato per varie posizioni nell’nhs

Che tipo di lavoro volevi?

Quello che faccio

In base alla tua esperienza, consiglieresti ad altri di venire a Londra/UK e perche’?

Consiglierei di venire a chi ha già degli skills alti e che possono essere usati qui da subito. Non consiglierei di venire “alla cieca”, con dei lavori sottopagati e senza diritti. Entrare in questo tunnel non sempre dà garanzia di poterne uscire in tempi adeguati.

In generale, quali sono i lati positivi della tua permanenza a Londra/UK?

La vita culturale vivace, la multietnicità, la possibilità di sviluppo e apprendimento continua.

Sempre in generale, quali sono invece i lati negativi?

Il classismo imbarazzante degli inglesi che è molto più marcato del loro razzismo (alla fine se sei middle class ma straniero hai la strada spianata per il livello di istruzione e ruolo occupato).

Non siamo necessariamente d’accordo con le risposte pubblicate, ma raccogliamo e pubblichiamo le esperienze personali che ci arrivano.

Potete anche voi inviare la vostra esperienza compilando il modulo qui sotto. 

close

🕶 Rilassati!

Iscriviti per ricevere le nostre ultime notizie direttamente nella tua casella di posta.

Non ti invieremo mai spam né condivideremo il tuo indirizzo email.
Scopri di più nella nostra Informativa sulla privacy.

Commenta

Un'esperienza italiana nel Regno Unito

I’m a Doctor & I Love my Job.

Marcella in Inghilterra
Francesco a Londra ritiene corretta la reazione UK al coronavirus
a voi la parola
Una vecchia testimonianza dal nord d'Inghilterra
Lavorare per Starbuck e’ il sogno di tanti italiani
Clothes designer measures length sleeve jacket
Posso trovare lavoro a Londra in due giorni e altre domande
“Dovete scegliere voi che volete fare e fatelo, senza ascoltare nessuno”
"Dovete scegliere voi che volete fare e fatelo, senza ascoltare nessuno"
“Londra offre proprio tanto a un laureato giovane senza esperienza”
"Londra offre proprio tanto a un laureato giovane senza esperienza"
un'italiana a Londra (7)
Simona, Elisa e Concetta ci raccontano come vivono la crisi coronavirus
stipendi a londra
Gli stipendi a Londra sono davvero tanto alti?
"Riuscire a costruirsi una vita stabile e non da precari è una cosa difficile"
"Vivere qua è bello ma non è sempre facile"
Ultime reazioni
Torna su