“Non siamo altro che persone utili solo per lavare piatti”

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Cerchiamo di dare la parola a tutti e pubblichiamo anche esperienze completamente diverse dalle nostre. Queste testimonianze riflettono solo l’esperienza ed opinione di chi l’ha scritta Se vuoi anche tu aggiungere la tua testimonianza puoi farlo compilando il modulo qui sotto. Ci riserviamo il diritto di non pubblicare testimonianze. Se decidi di condividere la tua esperienza puoi anche scegliere di inviare una tua foto che sarà pubblicata nel tuo articolo, troverai il modulino per caricare la tua foto qui sotto. Inviando il modulo qui sotto acconsenti a pubblicare la tua testimonianza su questo sito

Quando sei venuto/a a Londra/Regno Unito?

dal 2012 al 2015

Come hai cercato una sistemazione fissa e hai avuto problemi?

Ho trovato una sistemazione (una camera piccolissima) a Lewisham tramite il sito Italiani a Londra. Vivevo con italiani ma nel complesso mi sono trovata bene. Ho vissuto là per tutta la mia permanenza.

Come hai cercato lavoro?

Ho lasciato CVs in diversi esercizi commerciali e sono stata presa in una catena di erboristeria chiamata Revital
 Quanto tempo ci hai messo a trovare il tuo primo lavoro?

3 settimane

Che tipo di esperienza di lavoro o titoli di studio avevi all’arrivo?
Laurea in psicologia del lavoro ed esperienza in agenzia di comunicazione e marketing

Come era il tuo inglese scritto e parlato al tuo arrivo?

livello scolastico ma ora parto inglese perfettamente avendo svolto una Master in Marketing a Norwich nel 2014

Quale e’ stato il tuo primo lavoro? E che lavoro stai facendo adesso?

sales assistant. Ora lavoro in Italia nell’ambito del fundraising e social marketing

English Grammar in Use with Answers: A Self-Study Reference and Practice Book for Intermediate Students of English

Come definiresti la tua esperienza a Londra/Regno Unito fino ad ora? E per quali motivi?

Bella e brutta. E’ stata una esperienza altamente formativa a livello linguistico e di vita ma trovare lavoro nel proprio ambito è quasi impossibile per noi italiani chiaramente se non fai università come la London Business School (costo master pari a 60.000 sterline). Io ci ho provato dopo il mio master alla University of East Anglia, candidandomi principalmente nel settore non-profit senza avere nessun tipo di risposta. Devo ammettere che ho escluso qualsiasi tipo di internship perchè non potevo permettermelo. Londra è carissima

londonConsiglieresti ad altri di partire per Londra/Regno Unito e per quali motivi?

No assolutamente no magari 7 anni fa si ma ora è impossibile vivere bene là per noi italiani a meno che non si voglia lavorare nell’ambito della ristorazione.

 Potresti dare due consigli utili a chi deve ancora partire?

Pensate bene piuttosto optare per altre città inglesi come Birmingham o Liverpool ugualmente belle ma magari non così pieni di italiani. Ora noi  non siamo altro che persone utili solo per lavare piatti o servire ai tavoli di una tavola calda!

Queste sono risposte al nostro sondaggio e non necessariamente sottoscriviamo a ciò che viene detto, pubblichiamo le risposte per dover di cronaca e per dare la parola a tutti

Se vuoi anche tu un lavoro a Londra o nel Regno Unito, leggi qui

Puoi anche tu compilare questo sondaggio qui sotto

close

🕶 Rilassati!

Iscriviti per ricevere le nostre ultime notizie direttamente nella tua casella di posta.

Non ti invieremo mai spam né condivideremo il tuo indirizzo email.
Scopri di più nella nostra Informativa sulla privacy.

4 commenti su ““Non siamo altro che persone utili solo per lavare piatti””

  1. Avatar

    Fondalmentalmente un mucchio di stupidate. I soliti discorsi di coloro che sono venuti a Londra senza testa e preparazione, si aspettano il tappeto rosso per avere una laurea e quando si trovano a lavar piatti danno colpa al sistema e non a loro stessi.

  2. Avatar

    Fondalmentalmente un mucchio di stupidate. I soliti discorsi di coloro che sono venuti a Londra senza testa e preparazione, si aspettano il tappeto rosso per avere una laurea e quando si trovano a lavar piatti danno colpa al sistema e non a loro stessi.

Commenta

Un'esperienza italiana nel Regno Unito

I’m a Doctor & I Love my Job.

pablo-6
"A occhio e croce con meno di 30 mila sterline all'anno non si vive bene"
Untitled design (21)
Anita racconta come ha realizzato il suo sogno di vivere a Camden
“Ho capito che dovro’ andarmene da qui”
"Ho capito che dovro’ andarmene da qui"
a voi la parola (1)
Giuseppe scrive che l'Inghilterra , è un paese pieno di rabbia e discriminazione verso gli stranieri
Marcella in Inghilterra (1)
"Molta vita sociale si è spostata nelle case e giardini privati"
“In questo campo cercano sempre tanto personale italiano”
"In questo campo cercano sempre tanto personale italiano"
Vivo a Wimbledon ormai da quasi un anno
“lasciate perdere ristoranti e agenzie italiane”
"lasciate perdere ristoranti e agenzie italiane"
"Il Regno Unito e' orribile e se venite ve ne pentirete per il resto della vostra permanenza"
aperte-1-678x381
"Non voglio ritornare in Italia e mi piace tanto vivere a Londra"
Ultime reazioni
Torna su
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: