DSCN6402Rompe parecchio quando per la centesima volta devo spiegare a qualche italiano che tutto quello da me raggiunto a  Londra è stato raggiunto con le mie forze.

Ci sono italiani che  non capiscono che:

  • è difficile cominciare dal nulla in UK, non perché gli altri sono tutti raccomandati ma perché la competizione è massiccia. Se hanno il curriculum vuoto non verranno considerati perché per ogni offerta di lavoro ci sono centinaia di domande
  • avere buone referenze non vuol dire essere raccomandati. Se ho lavorato per Caio ed è rimasto contento del mio lavoro e mi scrive delle buone referenze, non mi sta raccomandando. Sta semplicemente dicendo che sono una persona brava ed affidabile come ho dimostrato di essere
  • le segnalazioni non sono raccomandazioni. Le raccomandazioni all’italiana sono quando una persona raccomanda un amico e un parente anche se quest’ultimo non ha le capacità per fare il lavoro. Le segnalazioni sono di persone ritenute capaci e chi segnala ci rimette la reputazione, se la persona non si dimostra all’altezza.

Non ho mai avuto NESSUNA PRESENTAZIONE E NON SONO RACCOMANDATA. Ho semplicemente fatto domanda di lavoro e hanno controllato le referenze. Se ho avuto referenze buone e’ perche’ HO LAVORATO SODO PER ANNI e non perche’ sono raccomandata. Che tristezza se ogni volta qualcuno riesce a fare qualcosa dovete mettere in dubbio le sue capacità e accusare subito di imbroglio. Tanti italiani e non italiani in UK sono arrivati in alto DA SOLI E SENZA RACCOMANDAZIONI!!

Anche in UK ci sono raccomandazioni, non è quello il punto, ma ci sono anche persone che arrivano dove vogliono arrivare con le proprie forze.

Spero di aver risposto a tutti coloro che mi accusano di essere raccomandata per avere un lavoro qualificato, quando loro fanno anche fatica a trovare lavoro da camerieri.

 

Paola

 

Se volete raccontare la vostra esperienza