Olio essenziale di bergamotto; a cosa serve e come usarlo

Uno degli oli essenziali più usati e conosciuto per avere un effetto di equilibrio sia per la mente che per il corpo. L’olio essenziale di bergamotto viene spesso usato per tirare su il morale.

Nome botanico: Citrus bergamia
Famiglia: Rutaceae
L’olio essenziale è ottenuto dalle scorze del frutto.

 

Storia e Informazioni dell’olio essenziale di bergamotto

Il bergamotto è un agrume sempreverde  originario dell’Asia. L’albero cresce fino ad un’altezza di circa 4,5 metri e ha frutti verdi/gialli non commestibili.

Il bergamotto è stato scoperto crescere in Calabria, in Italia, nel 1600. L’essenza era stata inizialmente venduta nella città di Bergamo in Lombardia e da qui abbiamo il nome.
Nella medicina tradizionale italiana, l’olio veniva usato come rimedio contro i vermi e le febbri.
Il bergamotto è rinomato per il suo aroma ed è molto usato in profumeria e viene messo nel tè Earl Grey.

Usi teraupetici dell’olio essenziale di bergamotto

L’olio del bergamotto viene usato come anti depressivo e anche per abbassare le febbri. Ha anche proprietà antibatteriche e antivirali.

Usato molto contro le cistiti e altre infezioni delle vie urinarie, qualche goccia nella vasca da bagno può prevenire infezioni.

[amazon box=”B076C8N3T1″ /]

Buono in casi di ansia e depressione, secondo alcuni studi sembra che l’olio essenziale di bergamotto agisca sull’ipotalamo che controlla emozioni come rabbia e terrori. Occorre maggiore ricerca in questo campo, come capita spesso per gli oli essenziali, è difficile trovare sponsor per le ricerche.
Può servire a regolare l’appetito, non solo per chi non ne ha, ma anche utile a chi ha sempre fame

Forte disinfettante utile anche contro l’acne o qualsiasi infezione cutanea

Purificante, aiuta nella riduzione della cellulite
Rilassante, allevia l’ansia, tensione nervosa e lo stress; favorisce un sonno riposante
Rinfrescante; migliora la chiarezza mentale, prontezza di riflessi, acuisce i sensi
Disinfettante
Ottimo per pelle Grassa, pelle infiammata, psoriasi, acne, eczema.
Da utilizzare anche per Indigestione, flatulenza, il raffreddore, l’influenza, l’ansia, la depressione.
Repellente per Insetti.

Analgesico, antielmintico, antidepressivo, antisettico, antispasmodico, antistress, antitossico, calmativo, carminativo, cicatrizzante, deodorante, digestivo, espettorante, febbrifugo, insetticida, lassativo, parasiticida, rinfrescante, sedativo, stomachico, tonico, energizzante, vermifugo

Avvertimenti e controindicazioni

Attenzione: le Persone con pelle sensibile o secca devono usare più olio vettore quando utilizzano l’olio essenziale sulla pelle. Il bergamotto è fototossico. Evitare l’esposizione alla luce diretta del sole per diverse ore dopo l’applicazione di olio sulla pelle.

Esempi di usi dell’olio essenziale di bergamotto

Potete unirlo agli oli essenziali di pepe nero, vetiver, lavanda, geranio, rosmarino e ylang ylang. Usate sempre un olio vettore se intendete metterlo direttamente sulla pelle.

Per dormire bene tutta la notte mischiate un paio di gocce di bergamotto con un olio vettore e massaggiatevi i piedi con questa miscela prima di andare a letto.

Si dice anche che una miscela di 2 parti olio essenziale di bergamotto e 1 parte olio essenziale di pepe nero sia ottima per chi vuole smettere di fumare

[amazon box=”B06XFVGB7W” /]

Commenta

Torna su